Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 08 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni alla Prima della Scala: «Sono incuriosita, è la mia prima volta»

Attualità lunedì 10 novembre 2014 ore 12:10

Donne in divisa tra lavoro e famiglia

Dalla polizia ai carabinieri, dai vigili del fuoco all'esercito, ormai nessun lavoro è precluso all'ex sesso debole, anche se i problemi non mancano



FIRENZE — Dopo il caso di Antonella Manzione, ex comandante della Polizia Locale di Firenze, promossa da Matteo Renzi a capo dell'Ufficio legislativo di Palazzo Chigi, per le donne in divisa sembra non ci siano più limiti di carriera.

A 54 anni dall'ingresso delle donne in Polizia e soprattutto a 17 anni da quello nei corpi militari - carabinieri, aeronautica, esercito - il Professional Security Agency ha fatto il punto in Consiglio regionale a Firenze sulle condizioni di lavoro in queste realtà. Realtà spesso senza orari prestabiliti e con un carico di rischio superiore alla media delle professioni. Per questo urgono misure straordinarie da parte del governo nazionale per permettere alle donne di conciliare la vita professionale con quella privata, consentendo loro di gestire oltre al lavoro anche i figli e la famiglia.

"Io sono sposata da 3 anni - ha spiegato il capitano Angela Salerno, carabiniere in forza al comando Provinciale di Firenze - e mio marito sa che il mio lavoro non ha orari. Sabato sera ad esempio ero ad una cena, quando è arrivata un'urgenza. Ho preso e sono andata via e con mio marito ci siamo rivisti al rientro. Insomma i sacrifici sono all'ordine del giorno". 

In ogni caso le condizioni di lavoro in questi anni sono complessivamente migliorate e anche gli stipendi sono uguali a quelli dei colleghi maschi parigrado. Come testimoniano le interviste video raccolte qui sotto.
Al convegno ha partecipato anche il consigliere regionale, membro dell'Ufficio di presidenza, Marco Carraresi, che ha sottolineato come "la presenza delle donne abbia migliorato la professionalità ai corpi militari e non. Ora - ha detto Carraresi - siamo pronti anche per una donna al Quirinale".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Stefania Pierazzi, responsabile polizia postale Toscana - Dichiarazione
Carraresi Udc: Siamo pronti per una donna al quirinale
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno