comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 23°32° 
Domani 25°34° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 05 luglio 2020
corriere tv
Nuovo scivolone di Gallera: «Se avesse avuto anche solo il 37,5 per cento di febbre»

Attualità martedì 28 gennaio 2020 ore 20:28

Medaglia al padre antifascista di Vasco Rossi

​Consegnata alla moglie Novella Corsi la Medaglia d’Onore alla memoria di Giovanni Carlo Rossi, padre di Vasco Rossi, catturato dai tedeschi all'Elba



MODENA — È stata ritirata a Modena ieri, lunedì 27 Gennaio in occasione della Giornata dalla memoria, dalla signora Novella Corsi madre di Vasco Rossi la Medaglia d’Onore alla memoria del marito Giovanni Carlo Rossi internato militare in Germania durante la seconda guerra mondiale, che si oppose al regime e che fu catturato all'isola d'Elba (vedi gli articoli correlati).

Giovanni Carlo Sisto Rossi

L’iniziativa, come spiega in una nota l'associazione presieduta da Elisa Bonacini, è stata promossa dall’associazione “Un ricordo per la pace” di Aprilia che nell’ambito del progetto “Memoria agli Imi" nel Luglio dello scorso anno aveva rivolto un appello al celebre cantautore affinché richiedesse l’onorificenza dedicata ai militari italiani che negarono la collaborazione con il nazifascismo e pertanto vennero catturati e deportati nei lager in Germania.

Le pratiche per l’onorificenza su delega della famiglia Rossi sono state curate dall’associazione apriliana in collaborazione con il Comune di Zocca.

La cerimonia sobria e commovente si è tenuta presso la Prefettura di Modena, ove, oltre a quella del padre di Vasco, sono state consegnate quattro medaglie alla memoria di ex deportati.

A consegnare la medaglia alla madre di Vasco Rossi, Novella Corsi, accompagnata dal nipote Luca, il prefetto di Modena dottor Pierluigi Faloni (Prefetto di Latina dal 2015 al 2017). Presenti i sindaci di Modena e Zocca, cittadina dell’appennino emiliano ove risiede la famiglia Rossi.

Poco dopo la telefonata di ringraziamento all’associazione “Un ricordo per la pace” da parte di Tania Sachs collaboratrice storica del Blasco e la successiva pubblicazione di alcuni post sulle pagine Facebook ed Instagram di Vasco Rossi a premiare l’impegno dell’associazione.

Sempre attraverso i social, nelle storie di Instagram, Vasco ha inviato un video messaggio da Los Angeles ringraziando per l’onorificenza conferita al padre Carlino.

 

“Sono orgoglioso e fiero ed anche un po’ commosso - ha detto Vasco - È molto importante ricordare gli orrori, le vite sacrificate per la libertà e la democrazia, soprattutto in questi periodi nei quali le sirene autoritarie e demagogiche tornano a farsi sentire forte per incantare le masse con i loro slogan facili. Ricordiamo che libertà e democrazia sono state conquistate a prezzo di grandi sofferenze.” 

E infine Vasco ha concluso con un monito :“Non vorrei che i miei figli dovessero rivedere cose così orribili. Meditate, state svegli, non fatevi incantare".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità