Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:52 METEO:FIRENZE21°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo 2020, la grande festa azzurra alla cerimonia di apertura: il video di Aldo Montano

Attualità martedì 10 maggio 2016 ore 13:01

Cresce la Onorato Armatori, ricavi per 609 milioni

L'assemblea degli azionisti licenzia il primo bilancio parziale: ricavi in aumento del 3% e un utile netto di 53 milioni di euro



PORTOFERRAIO — Si chiude con il segno più il primo bilancio d'esercizio della Onorato Armatori, società costituita l'11 giugno 2015 e che comprende oltre le compagnie Moby e Toremar anche la neo entrata Tirrenia/Cin: i ricavi del gruppo si attestano in salita del 3% toccando quota 609 mln con un utile netto di 53 mln.

I dati si riferiscono solo al periodo luglio - dicembre mentre a febbraio 2016 il gruppo ha concluso un'operazione di rifinanziamento per 560 milioni di euro grazie all'emissione di un Senior Secured Bond per 300 milioni di euro a tasso fisso del 7,75% e l'erogazione di un finanziamento garantito pari a 200 milioni di euro associato ad una linea di credito revolving secured per ulteriori 60 milioni di euro. 

Il debito garantito netto pro-forma al 31 dicembre 2015 ammonta a 366 milioni di euro. Oltre i dati finanziari sono in crescita anche quelli commerciali: le 64 navi della flotta hanno effettuato 37.700 partenze nel 2015 (+2% rispetto al 2014) e hanno fatto registrare un incremento del 2% del numero di passeggeri trasportati e dell'11% dei metri lineari dei mezzi commerciali trasportati.

"Sono estremamente soddisfatto dei positivi risultati economici e finanziari conseguiti nel 2015 - afferma Vincenzo Onorato, presidente di Onorato Armatori - anno in cui il nostro Gruppo, a seguito dell'acquisizione strategica della Tirrenia, ha raddoppiato le proprie dimensioni, arrivando ad occupare 4.000 persone tutte italiane, e posto le basi per una crescita ulteriore, da realizzare sia attraverso il consolidamento della presenza nelle tradizionali aree di operatività, che l'espansione in interessanti mercati limitrofi".

"Il 2015 che si è appena chiuso con un trend positivo sia sotto il profilo economico che dei volumi trasportati è solo il punto di partenza per il futuro del nostro gruppo - sottolinea Achille Onorato, vice presidente e ad di Moby - le cinque nuove unità acquisite permetteranno infatti nel 2016 di poter arricchire il nostro network di nuove rotte e soprattutto di potenziare i collegamenti per la Sardegna, nostra isola del cuore".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarebbe stata una fuga di gas a innescare una deflagrazione seguita da un incendio in un appartamento. L'anziano rimasto ustionato rischia la vita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS