Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:FIRENZE18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 27 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Valanga all'Alpe Devero: neve, terra e massi devastano il laghetto delle Streghe

Attualità giovedì 24 dicembre 2020 ore 18:00

Iacopo Melio scrive dal suo letto Covid

Iacopo Melio (foto da FB)
Iacopo Melio (foto da FB)

L'attivista e consigliere regionale toscano è ricoverato da alcuni giorni nell'ospedale San Giuseppe: "La mia situazione è stabile"



EMPOLI — E' passata una settimana da quando Iacopo Melio, attivista per i diritti dei disabili conosciuto in tutta Italia anche per la sua campagna "vorrei prendere il treno" e da poco eletto nel Consiglio regionale della Toscana, ha annunciato di essere positivo al coronavirus.

Il giorno dopo con una foto dall'ospedale ha annunciato di essere stato ricoverato all'ospedale di Empoli, città in cui risiede.

Dopo giorni di silenzio Melio ha pubblicato un aggiornamento delle sue condizioni su Fb: "La mia situazione è stabile ma non ancora sicura, resterò in ospedale finché sarà necessario per stare più tranquilli. Vi ringrazio di cuore per il grande affetto e i vostri continui pensieri, fondamentali, ma soprattutto per il rispetto, la discrezione e non invadenza del non chiedere bollettini continui. Questa non è un’influenza, tantomeno un gioco, e vedere che c’è anche chi non si aspetta una pronta risposta, riporta finalmente alla giusta misura delle cose. Ora serve solo tempo, pazienza e cura, poi ci sarà modo di tornare. Non sarà immediato ma sarà presto".

Melio ha postato anche una foto, commentandola: "Questa è l’alba di ieri mattina vista dalla finestra della mia stanza, reparto Covid 5A2. Nessun addobbo, nessuna lucina, niente biscotti appena sfornati, ma è con questo semplice “buongiorno” che vi auguro un sereno Natale, nonostante il dolore e oltre ogni paura. Che questi giorni difficili possano portare a una maggiore consapevolezza, umanità e senso civico. Sarebbe un regalo collettivo tanto bello quanto necessario, con meno egoismo e più empatia, per iniziare a costruire un domani migliore. Un abbraccio grande, e un pensiero alle oltre 70.000 persone che questo anno ci ha portato via".

Questa è l’alba di ieri mattina vista dalla finestra della mia stanza, reparto Covid 5A2.⠀ ⠀ Nessun addobbo, nessuna...

Pubblicato da Iacopo Melio su Giovedì 24 dicembre 2020
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità