Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:20 METEO:FIRENZE19°34°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 18 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il caffè costa troppo e il cliente getta bicchiere in faccia alla cameriera. Che si vendica così

Attualità lunedì 28 luglio 2014 ore 18:18

Fecondazione eterologa, la Regione dà il via libera

Una delibera di Giunta ha diffuso le linee guida che i centri pubblici, privati e convenzionati dovranno seguire per offrire il servizio ai pazienti



FIRENZE — "Non si tratta di una fuga in avanti, ma di un tentativo di colmare un vuoto tecnico e mettere sullo stesso piano privato e pubblico, visto che il privato potrebbe già operare senza regole". E' questo lo spirito che ha mosso il governatore della Toscana, Enrico Rossi, ad approvare in Giunta una delibera che regolamenta la possibilità di ricorso alla fecondazione eterologa nei centri pubblici e in quelli accreditati, oltre che in quelli privati. 

La delibera impone a questi centri di attenersi alle direttive imposte per la procreazione medicalmente assistita in materia di requisiti di accesso di coppie e donatori, esami da effettuare per i donatori, modalità della donazione e numero di donazioni possibili. 
"Mi risulta che le nostre regole siano più restrittive per certi aspetti rispetto a quelle discusse dalla commissione nazionale" ha detto ancora Rossi, che ha anche sottolineato come quella toscana sia una delibera "cedevole. Appena avremo indicazioni a livello nazionale le recepiremo".

In ogni caso la delibera della Giunta entrerà in vigore dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Marroni su fecondazione eterologa - Dichiarazione
Rossi su fecondazione eterologa - Dichiarazione

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno