Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 23 gennaio 2020

Attualità martedì 14 gennaio 2020 ore 15:00

​Cerimonia laica per l'addio a Paola Garvin

Paola Garvin

Tra gli interventi anche la proposta del presidente del Consiglio regionale all'assessore comunale di intitolare una palestra a Paola Garvin



FIRENZE — L'addio a Paola Garvin nell'Auditorium del Consiglio regionale ha visto presenti molte persone, tra amici e colleghi, che hanno voluto portare l'ultimo saluto. Tra loro anche il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani e l'assessore Stefania Saccardi.

“Una personalità forte e generosa, seria, dedita fino in fondo agli altri e al suo lavoro” ha detto Giani che ha ricordato “l’amica”, “complice e ricca di sentimenti e calore”. Una pioniera con il marito, che ha creato una palestra di scherma “tra le più importanti a livello nazionale” ha detto Giani, che ha annunciato di aver proposto all’assessore allo sport del Comune di Firenze, Cosimo Guccione di intitolare a Paola la palestra senza nome che lei e il marito hanno fondato.

Nelle parole del capo della comunità ebraica di Firenze, Marco David Liscia, il ricordo di un’amica che “è sempre stata vicina alla comunità e ci mancherà”. “Amica” anche nelle parole di Sara Funaro, l’assessore alla sanità e al sociale del Comune di Firenze: “Ha avuto la capacità di tenere insieme le persone, di unire e non dividere: nella vita privata, professionale e sociale”. “Un punto di riferimento certo, una donna colta, capace di grande umanità e portatrice naturale di attenzione per gli altri - ha detto Giovanni Palumbo, direttore dell’Istituto degli Innocenti, che per anni ha collaborato con la Garvin - mi ha cresciuto e continuerà a farlo”.

Stefania Saccardi ha aggiunto “aveva una sorta di rigore flessibile, una mostruosa capacità di lavoro”; “non mollava mai”. “La legge sul terzo settore che andrà in Consiglio prossimamente è merito suo” ha concluso l'assessore. L’ultimo saluto spetta al compagno, Lucio Nugnes che a nome di paola ha ringraziato i presenti.



Tag

Vaticano, fuoriprogramma all'udienza del Papa: bambino saltella sulla scalinata

Ultimi articoli Vedi tutti

Imprese & Professioni

Cronaca

Cronaca

Lavoro