Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:00 METEO:FIRENZE11°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 18 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità lunedì 11 marzo 2024 ore 19:30

Alluvione, in partenza i primi bonifici di ristoro

alluvione

I rimborsi sono quelli relativi ai fondi regionali. Come controllare lo stato delle pratiche individuali. Che fare in caso di documentazione carente



FIRENZE — E' tempo di bonifici per coloro che hanno chiesto ristori a seguito dei danni patiti nelle alluvioni di inizio Novembre 2023, perché sono in arrivo i primi rimborsi relativi ai fondi regionali e che non escludono la possibilità di accedere ad altre somme.

Le erogazioni sono in corso. Per verificare lo stato delle pratiche individuali, è possibile controllare gli atti della Giunta attraverso il portale web dedicato 'Emergenza alluvione 2023' del sito della Regione Toscana. Basta avere il numero di protocollo della domanda, recuperabile tramite la pagina web dei 'Formulari RT' controllando nuovamente la domanda.

Inoltre, spiega una nota della Regione: "È possibile anche controllare l’estratto conto, e una volta constatato l’effettivo accredito del bonifico effettuare la spesa prevista (se non è stata già fatta) e conservare per tre anni le attestazioni di spesa per un eventuale successivo controllo come previsto dalle delibere attuative della legge regionale 51/2023 che prevedono infatti la possibilità di controlli a campione".

In caso di documentazione carente guai disperare: "In caso fossero necessarie integrazioni, arriverà una comunicazione per chiedere le ultime informazioni o per comunicare il buon esito della procedura e l’avvenuta erogazione sul conto del contributo messo a disposizione dalla Regione Toscana".

“Siamo stati fin da subito al fianco delle popolazioni colpite dalla tremenda alluvione di Novembre", ha spiegato il presidente Eugenio Giani. Per questo ho previsto nel censimento danni anche ulteriori rimborsi per beni mobili, che non sono coperti dalle procedure a livello nazionale e per i quali abbiamo stanziato 25 milioni di euro con la legge approvata in Consiglio regionale a Dicembre". 

"Lo avevo promesso - aggiunge - e lo realizziamo velocizzando il più possibile le procedure, non con le parole ma coi fatti, in questo caso i bonifici della Regione Toscana che sono già in partenza per un primo contributo direttamente con risorse regionali".

“Grazie alle risorse stanziate dalla Regione - ha aggiunto l’assessora alla protezione civile Monia Monni - siamo in grado di liquidare un primo ristoro alle famiglie colpite dall’alluvione con un contributo fino 3.000 euro. Questo contributo permetterà di coprire le spese per l’acquisto o la riparazioni di beni non rendicontatili al dipartimento di protezione civile nazionali, quali veicoli, motoveicoli o mobili di casa, compresi quelli che sono esclusi dall’emergenza nazionale". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno