comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:06 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 24 novembre 2020
corriere tv
Lilli Gruber a Conte: «Ha mai sentito Mario Draghi?». E il premier non la prende bene

Attualità mercoledì 27 maggio 2020 ore 18:00

Conti in rosso per il Covid, la protesta delle agenzie di viaggio

SERVIZIO - CONTI IN ROSSO PER IL COVID, LA PROTESTA DELLE AGENZIE DI VIAGGIO

Si sono ritrovati in piazza Santa Croce per la manifestazione di protesta lanciata dai tour operator toscani allo slogan "Noi siamo il turismo"



FIRENZE — Come il settore del turismo è in grave difficoltà dopo l'emergenza coronavirus, le agenzie di viaggio e i tour operator sono letteralmente in ginocchio con la prospettiva di riprendere le attività non prima di qualche mese. Una situazione che ha portato la Fiavet, Associazione Agenzie di Viaggio e Turismo della Toscana, in piazza Santa Croce a Firenze.

In Toscana sono 1.000 le agenzie di viaggio oramai in ginocchio con i dipendenti in cassa integrazione, zero nuovi ordini e conti in rosso.

Oltre ai mancati guadagni di questi mesi di lockdown ci sono anche i mesi precedenti, con le chiusure dai vari Paesi Europei per l'emergenza sanitaria. Mancati guadagni che si protrarranno molto probabilmente per tutto l'anno in corso. Si tratta di un settore che crea il 13 per cento del Pil italiano e che dà lavoro a centinaia di migliaia di persone. 

Per questo gli operatori turistici chiedono, tra le altre cose, liquidità immediata e interventi economici a fondo perduto, esenzione da tasse, imposte e contributi fino a dicembre 2020, lotta all'abusivismo, riapertura confini europei e supporto alla destagionalizzazione.

"Non potevamo prevedere una pandemìa - scrive Fiavet in una lettera indirizzata alla Regione Toscana - con conseguenze tali da impedire la possibilità per tutti gli abitanti del pianeta di muoversi da casa per molto tempo".

"Improvvisamente abbiamo dovuto interrompere la nostra attività, divenuta impraticabile. Resterà tale ancora per molto tempo. La maggior parte dei turisti che tradizionalmente scelgono la Toscana vengono dall’estero, nelle città d’arte in particolare soprattutto da paesi extraeuropei. I viaggi riprenderanno lentamente, per gradi e comunque non prima della prossima primavera. Alla fine di febbraio in pochi giorni un’ondata di cancellazioni ha mandato tutti i conti in rosso. Zero nuovi ordini".

"Per sopravvivere - continua Fiavet - abbiamo bisogno di liquidità a fondo perduto, presto e con modalità semplici. Determinando gli importi sulla base dei fatturati degli anni precedenti e dei costi per mantenere le strutture attive e poter mantenere i posti di lavoro".

Tra le richieste delle agenzie di viaggio, il credito agevolato per le  aziende a tasso zero con rimborso congelato per i primi 24 mesi e diluito in almeno 6 anni; la cancellazione (non la sospensione) di ogni tributo regionale dovuto nel 2020; la sospensione per tutto il 2020 dell’obbligatorietà della polizza su insolvenza e fallimento (Fondo di garanzia) vista la non operatività e la difficoltà di trovare compagnie di assicurazioni disponibili a sottoscrivere tale polizza con le agenzie di viaggio.

SIMONE GORI SU MANIFESTAZIONE AGENTI DI VIAGGIO E TOUR OPERATORS - dichiarazione


Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità