comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13°23° 
Domani 14°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 31 maggio 2020
corriere tv
Gilet arancioni in piazza a Roma: 'Il covid è un bluff della finanza mondiale'

Attualità domenica 23 febbraio 2020 ore 22:40

Coronavirus, aggiornata l'ordinanza della Regione

Tra le nuove misure c'è l'obbligo per i viaggiatori di segnalare il rientro in Toscana non solo dalla Cina ma anche dai Comuni italiani in quarantena



FIRENZE — Sono più di 160 le persone che finora, in Italia, hanno contratto l'influenza da coronavirus Covid-2019 e si trovano nelle seguenti regioni: Lombardia (122 casi), Veneto (25), Piemonte (6) ed Emilia Romagna (9), Trentino Aldo Adige (3), Lazio (2). Tre sono decedute, due in Lombardia e una in Veneto.

Per affrontare l'emergenza, il governo ha ordinato oggi misure più restrittive che sono state subito recepite dalla Regione Toscana con una nuova ordinanza (in fondo all'articolo trovate in allegato il testo integrale).

Fra le novitá l'obbligo per i viaggiatori di segnalare il rientro, oltre che dalle aree a rischio della Cina, anche da Paesi in cui la trasmissione dell'infezione è significativa secondo le indicazioni Oms

In questa disposizione rientrano anche i Comuni italiani soggetti a misure di quarantena disposte dall'autorità regionale o dal governo.

Al momento sono dieci i Comuni in quarantena nel Lodigiano: Casalpusterlengo, Codogno, Castiglione d’Adda, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano. 

In Veneto è in quarantena il Comune di Vo’, in provincia di Padova. 

In tutto sono circa 50mila in Italia le persone in quarantena.

Altre novitá contenute nell'ordinanza:

- la raccomandazione a tutte le persone che manifestano febbre, tosse e altri sintomi influenzali di rimanere a casa e chiamare il medico

- Le indicazioni per i medici di famiglia su cosa fare in presenza di un caso sospetto. 

- La disposizione per medici di famiglia e pediatri di assicurare la contattabilità telefonica dalle 8 alle 20 nei giorni feriali e festivi.

- Per quanto riguarda gli ospedali, l'indicazione di limitare per quanto possibile gli ingressi/varchi ai presidi, per ridurre l'accesso privo di sorveglianza; istituire check point e sensibilizzare i visitatori all'utilizzo dei disinfettanti per le mani; invitare a ridurre il numero degli accompagnatori e/o visitatori. 

- Raccomandazioni specifiche per le situazioni di isolamento.

- Infine, la sospensione per i 180 giorni di emergenza proclamati con atto nazionale della penalità per la mancata presentazione, senza preavviso, agli appuntamenti specialisti.

Le nuove misure sono state varate oggi dal presidente della Regione Enrico Rossi a conclusione di un lungo incontro che si è tenuto in Palazzo Strozzi Sacrati tra presidente, assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, direttore dell'assessorato Carlo Tomassini, e la task force regionale sull'emergenza Covid-19, allargata alle direzioni delle aziende sanitarie e ospedaliero universitarie, presente anche il sindaco di Prato Matteo Biffoni, presidente Anci Toscana.

Nei prossimi giorni si terranno inoltre gli incontri con le rappresentanze sindacali dei medici di medicina generale e dei pediatri di famiglia.

Infine, d'intesa con il sindaco di Prato Matteo Biffoni, presidente Anci Toscana, è stato deciso di organizzare un incontro con i sindaci della Toscana e la task force regionale, sui temi della prevenzione del Covid-19.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità