Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:40 METEO:FIRENZE16°19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 29 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Giornalista nella furia dell'uragano Ian: si aggrappa a un cartello per non volare via

Monitor Consiglio mercoledì 06 luglio 2022 ore 17:01 Spazio a cura dei gruppi politici del Consiglio regionale della Toscana

Francigena, candidatura UNESCO; firmato il Protocollo tra le Regioni italiane

Anna Paris
Anna Paris

«Soddisfazione per Toscana capofila del progetto. Stanziamento di 1,1 milioni del Ministero della Cultura è un segnale di concretezza verso la candidatura dell’itinerario»



FIRENZE — La consigliera regionale Pd, Anna Paris, esprime soddisfazione a seguito della firma del Protocollo di intesa per la redazione del dossier di candidatura della Via Francigena come patrimonio Unesco

«Prosegue il percorso verso il riconoscimento della Via Francigena come patrimonio UNESCO: la firma del Protocollo d’Intesa per la redazione del dossier di candidatura, avvenuta a Firenze tra le Regioni Toscana, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Liguria, Lazio e Valle d’Aosta, il Ministero della Cultura e il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, è un passo avanti unitario, atteso e significativo. Con esso si dà seguito al decreto dell’Autorità Responsabile del Piano Stralcio Cultura e Turismo che stanzia 1,1 milioni di euro per finanziare il progetto di candidatura UNESCO del tratto italiano della Francigena, e, al tempo stesso, riconosce l’eccezionale rilevanza culturale e paesaggistica dell’itinerario e la necessità di conservarne il valore universale per le generazioni presenti e future. Con l’obiettivo di coinvolgere anche gli altri Stati europei attraversati dalla Francigena, quali la Svizzera, la Francia, il Regno Unito e lo Stato della Città del Vaticano e, tenendo conto, inoltre, del Giubileo del 2025 e dei suoi tantissimi pellegrini, il Protocollo sottoscritto da sette Regioni italiane e 2 Ministeri riconosce la necessità di sviluppare le fasi successive della candidatura comune dell’intero itinerario da Canterbury a Roma con progettazioni relative ai vari tratti nazionali. Il Protocollo ci pone davanti a un progetto con obiettivi precisi, coordinato dalla Regione Toscana che aveva ricoperto questo ruolo anche nella fase dell’attività finalizzata all’inserimento della candidatura, avvenuta nel 2019, nella lista propositiva nazionale (tentative list). Tra le altre cose, la Regione dovrà impegnarsi a coinvolgere l’Associazione Europea delle Vie Francigene per l’elaborazione dello studio tematico (Framework) europeo della Francigena». È quanto dichiara Anna Paris, consigliera regionale Pd a seguito della firma del protocollo d’Intesa per la redazione del dossier di candidatura della Via Francigena nella Lista del Patrimonio UNESCO (World Heritage List).

«Nella risoluzione, approvata il 25 ottobre scorso dal Consiglio regionale della Toscana, - segnala Anna Paris - chiedevamo alla Giunta di attivarsi nei confronti del Ministero della Cultura affinché continuasse a sostenere, con sempre maggiore incisività, il percorso della candidatura UNESCO del tratto italiano della Via Francigena. Avevamo sollecitato, inoltre, la Giunta ad attivarsi nei confronti del Governo e del Ministro della Cultura e di quello degli Affari Esteri affinché venisse intrapreso ogni sforzo utile per arrivare a una progettazione comune di una candidatura a Patrimonio dell’Umanità dell’intero itinerario. Sono richieste che trovano attuazione nel percorso che sta con soddisfazione andando avanti, intanto con il pieno coinvolgimento delle regioni italiane interessate e, ci auguriamo, in seguito con quello degli altri quattro Paesi europei attraversati dal cammino».

«Negli ultimi anni sul tracciato si è sviluppato un processo congiunto fra istituzioni pubbliche e private, associazionismo e mondo del volontariato. Su di esso la Regione Toscana, dal 2009, ha investito 21 milioni di euro per mettere in sicurezza il tratto toscano della Via Francigena e rendere fruibile e confortevole il tragitto per viaggi a piedi, in bicicletta o a cavallo. Oggi – conclude Paris - la nostra Regione, dopo anni di impegno in questa direzione, si trova ad essere capofila di un progetto di livello nazionale e internazionale che auspico possa finalmente consegnare alla Francigena un riconoscimento di estremo valore e tutela, per il quale continueremo a mettere in campo ogni sforzo necessario».


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Le ragazza ha 16 anni ed è grave. I mezzi coinvolti sono l'utilitaria a su cui viaggiavano le due donne e un furgone van con 5 persone a bordo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Cronaca

Attualità