Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 15° 
Domani 10° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 20 novembre 2019

Attualità martedì 01 ottobre 2019 ore 15:55

Infrastrutture, in Toscana investiti 5,4 miliardi

La Regione ha presentato il bilancio di cinque anni. Restano in stand by opere statali per 7,5 miliardi. Rossi e Ceccarelli: "Il Governo si muova"



FIRENZE — Tra il 2014 e il 2019 la Regione Toscana ha investito oltre 5,4 miliardi di euro di risorse proprie per le infrastrutture su ferro e gomma, su mobilità e ciclovie. E' quanto emerso dal convegno “La Toscana che si muove” a Sant'Apollonia a Firenze a cui hanno partecipato il presidente Enrico Rossi e l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli che però hanno sottolineato il ritardo dello Stato nell'esecuzione di opere ritenute strategiche per 7,5 miliardi a fronte dei 13 miliardi programmati. Da qui la richiesta al Governo:

"Abbiamo alle spalle cinque anni di scelte finalizzate proprio all'abbattimento della CO2 - ha detto il presidente Enrico Rossi intervenendo all'evento - La costruzione della tranvia, il miglioramento del servizio ferroviario, le terze corsie autostradali, delle ciclovie, sono tutti interventi utili ad abbattere le emissioni". Ora "è necessario che anche il Governo dia priorità alla realizzazione delle opere che da troppo attendiamo: anzitutto il sottoattraversamento per l'alta velocità, senza il quale non è possibile risolvere il problema del sovraccarico della stazione di Firenze, una pista adeguata per l'aeroporto di Firenze, il completamento del corridoio tirrenico lungo la costa. Una dotazione infrastrutturale adeguata è fondamentale per guardare ad un futuro migliore".

"E' il momento - ha detto l'assessore Vincenzo Ceccarelli - che queste opere si sblocchino. La Regione ha fatto ben più di quanto fosse chiamata a fare. Ha investito sul futuro scegliendo la via della mobilità sostenibile, puntando sul ferro, sulla qualificazione del trasporto pubblico e sulle vie ciclabili, anticipando le scelte fatte a livello nazionale. Ma adesso abbiamo bisogno dello Stato, perché su alcune grandi opere non possiamo più aspettare".

Dal 2013 sono entrati in servizio in Toscana 70 nuovi treni e altri 4 nuovi treni Rock arriveranno a inizio 2020 e con 250 milioni di risorse regionali è iniziato il raddoppio della Pistoia-Lucca, già avanzata nel tratto fino a Montecatini. Importanti risultati sulle linee tramviarie nell'area fiorentina e sui raccordi ferroviari al porto di Livorno. Ventidue le opere programmati sui 746 chilometri di strade regionali e 26 milioni per il piano di interventi sulla Fi-Pi-Li. E poi 363 nuovi bus a cui se ne aggiungeranno 83 a inizio 2020 mentre è in vigore il contratto ponte per il tpl su gomma.

Mobilità sostenibile significa anche bicicletta grazie ai progetti della Ciclovia dell'Arno, della Ciclovia Tirrenica, della Ciclovia del Sole e della superstrada ciclabile di collegamento tra Prato e Firenze nati e cresciuti negli ultimi cinque anni. 



Tag

Un'alleanza con Salvini? Ecco cosa ha risposto Matteo Renzi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità