Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Lite Conte-Lautaro, il finto match di boxe ad Appiano

Attualità sabato 31 ottobre 2020 ore 16:23

Medici e infermieri, altre 400 assunzioni in Toscana

Cinquemila i contratti a tempo indeterminato sottoscritti in sei mesi. Già banditi i nuovi concorsi. Lo ha detto il presidente Giani in visita a Estar



FIRENZE — La Toscana serra i ranghi di medici, infermieri, assistenti sanitari e tecnici di laboratorio per far fronte alla recrudescenza dell'emergenza sanitaria ma anche all'attività ordinaria. I numeri sono stati resi noti dal presidente della Regione Toscana che si è recato in visita a Estar, la centrale di supporto per gli acquisti della Regione. 

Negli ultimi mesi, ha spiega la Regione ha concluso contratti a tempo indeterminato, con concorsi e selezioni autorizzati dal governo nazionale, per "circa 5.000 persone”.  Nello specifico, questa è la ripartizione delle assunzioni: “2825 infermieri, 1629 operatori socio sanitari, 79 assistenti sanitari e 128 tenici di laboratorio, 317 i medici”. Le prossime settimane saranno assunti altri 400 infermieri dalle graduatorie esistenti, mentre sono esaurite quelle per i medici e sono stati già banditi i nuovi concorsi.

Per quanto riguarda Estar, il direttore generale Monica Piovi ha spiegato che i volumi annui di attività dell'ente si aggirano intorno ai 250mila ordini a fornitore e alle 4.200 consegne di farmaci urgenti, cioè nell'arco di 2 ore. Nel 2020 questi volumi di attività, ha aggiunto Piovi, “hanno dovuto fare i conti con la necessità straordinaria, legata alla pandemia, di incrementare le scorte dei prodotti critici”.

Allo stato attuale nei magazzini Estar ci sono oltre 500mila tamponi per reagenti, 5.500.000 guanti, 4.500.000 mascherine chirurgiche, mascherine FFP2 (4.200.000), mascherine FFP3 (840mila), protezioni facciali (358mila), tute (265mila), camici ( 900mila)”.

“Puntare sulle risorse umane – ha detto Giani – significa motivare anche chi in questi mesi ha dato tutto se stesso per fronteggiare l’emergenza; il sistema funziona e riesce a dare risposte se i grandi investimenti nell’edilizia sanitaria e nell’ammodernamento delle tecnologie si coniugano con le energie di donne e uomini che vi lavorano”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Regione ha predisposto un calendario che prevede, dal 12 al 15 Maggio, l'apertura graduale delle agende. Ma scarseggiano i posti per i sessantenni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport