Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:55 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 02 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, von der Leyen: «È tempo di discutere dell'obbligo vaccinale»

Attualità mercoledì 09 novembre 2016 ore 13:44

Magherini, il pm accusato di fuga di notizie

La Cassazione ha aperto un procedimento disciplinare contro il pm Luigi Bocciolini. In una mail al padre del calciatore rivelò atti coperti da segreto



FIRENZE — L'accusa mossa dalla procura generale della Cassazione è di aver "divulgato, con negligenza e imprudenza, atti del procedimento penale coperti dal segreto" e di aver, così, "indebitamente i diritti dei quattro carabinieri coinvolti nell'operazione". L'errore contestato al pm è di aver inviato una email al padre dell'ex calciatore, morto durante un fermo a Firenze nella notte tra il 2 il 3 marzo 2014, in cui scrisse che c'era "fondato motivo di ritenere che almeno uno dei militari" avesse "colpito il ragazzo con dei calci al fianco mentre era a terra ammanettato". 

In questo modo, secondo l'atto di incolpazione della procura generale della Cassazione, Bocciolini avrebbe "anticipato indebitamente al difensore le proprie convinzioni personali, tratte dalle indagini preliminari pendenti e coperte dal segreto" in una fase in cui ancora non era stata depositata la perizia medico-legale. 

Parte di quella email fu pubblicata anche dalla stampa creando così una fuga di notizie che la procura generale della Cassazione imputa al comportamento del magistrato. 

Già nel 2003 Bocciolini era stato destinatario di una sanzione disciplinare, la perdita di anzianità di un anno, "per condotte connesse alla frequentazione di pregiudicati a Lecco", dove all'epoca svolgeva le funzioni di sostituto procuratore della Repubblica. A ricordarlo è la Procura generale della Cassazione nell'atto con cui ha chiesto e ottenuto un nuovo processo disciplinare per il magistrato.

Bocciolini dovrà ora difendersi il prossimo 18 novembre davanti alla sezione disciplinare del Csm. 

Per la morte di Riccardo Magherini sono stati condannati a 7 mesi di reclusione i carabinieri Stefano Castellano e Agostino Della Porta, mentre Vincenzo Corni ha avuto a 8 mesi. L'accusa è di omicidio colposo. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
​L'incidente è avvenuto in un tratto molto pericoloso. Tre le persone rimaste ferite. Sul posto sono intervenuti numerosi mezzi di soccorso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità