Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE11°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scontri a Roma e assalto alla Cgil, Lamorgese contestata alla Camera

Attualità giovedì 07 maggio 2020 ore 16:55

Otto giovani architetti e la spiaggia Covid-sicura

#E-StateInSicurezza è un progetto di alcuni architetti toscani per gli stabilimenti balneari che dovranno rispettare le norme anti-contagio



FIRENZE — Non sarà un'estate come quelle che ci ricordiamo, tra amici sotto l'ombrellone, nuotate e pranzi in comune. Il virus come ha modificato il nostro modo di vivere inevitabilmente modificherà anche il nostro modo di vivere la spiaggia e l'estate sarà basata sulle regole anti-Covid, dal distanziamento all'igienizzazione.

Per vivere la spiaggia con serenità e lasciare l'ansia da oppressione del dopo lockdown, senza "gabbie" in plexiglass, un gruppo di otto giovani architetti toscani dell'Università di Firenze ha progettato un'idea architettonica per andare in aiuto degli stabilimenti balneari con una soluzione che racchiude tre concetti chiave: sicurezza, flessibilità e sostenibilità.

Si chiama #E-StateInSicurezza ed è un progetto di Andrea Favilli, Antonio Giannetti, Caterina Ghelli, Mirco Guasti, Lavinia Guicciardini Salini, Lucio Innocenti, Tommaso Laezza e Consuelo Rellini.

#E-StateInSicurezza si basa sulla divisione in tre macroaree: ingresso, spiaggia e mare, suddivise a loro volta in compartimenti più piccoli e collegate da percorsi a un’unica direzione.

All’ingresso si trova un’area dedicata ai servizi principali: pagamento, bar e soprattutto igienizzazione sia in entrata che in uscita dallo stabilimento. In spiaggia, le file di ombrelloni sono divise da corridoi a unico senso di percorrenza, definiti da pareti di corde che delimitano ma non separano. All’interno delle file, il distanziamento viene garantito da un sistema di pallet. 

La flessibilità sta nello schema modulare infatti il progetto può essere adattato a tutti gli stabilimenti balneari e il materiale a basso costo è riutilizzabile, quindi è sostenibile.

Ma alla base del progetto c'è la sicurezza, il rispetto delle norme vigenti evitando però di erigere delle barricate, così il rischio del contagio viene evitato assicurando il rispetto delle distanze minime garantendo al tempo stesso sicurezza e libertà di movimento.

Lo studio #E-StateInSicurezza è un progetto di Andrea Favilli di Forcoli (Pisa), Consuelo Rellini di San Venanzo (Terni), Mirco Guasti di Montemurlo (Prato) Lavinia Guicciardini Salini di Montopoli Valdarno (Pisa), Antonio Giannetti di Ponte a Egola, San Miniato (Pisa) Lucio innocenti di Rufina (Fi) Tommaso Laezza di Firenze, Caterina Ghelli di Düsseldorf ma è originaria di Ponsacco.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è avvenuto nel pomeriggio. Il piccolo ha 4 anni ed è grave. La mamma e il bimbo sono stati trasferiti con l'elisoccorso in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Politica