comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:05 METEO:FIRENZE14°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 25 ottobre 2020
corriere tv
Cervinia, la funivia presa d'assalto nonostante il Covid: polemiche sui social

Attualità sabato 20 luglio 2019 ore 18:00

Rapina in banca con coltello, traditi dagli errori

Gli agenti della squadra mobile hanno arrestato anche il secondo bandito della rapina compiuta il marzo scorso a un'agenzia di Firenze



FIRENZE — E' finito in manette anche il secondo rapinatore che aveva preso parte al colpo messo a segno il 28 marzo scorso ad una agenzia della Banca Credem di Firenze. Il complice era già stato fermato dalla polizia il giorno dopo la rapina che aveva fruttato ai due un bottino di 30.000 euro, 70.000 yen e 530 dollari sottratti sotto la minaccia di un coltello ed impossessandosi della pistola d'ordinanza di una guardia.

Dopo Mario Signorelli, 52 anni, fermato a Napoli il giorno dopo la rapina, è finito in manette anche Vincenzo Coppola, 73 anni, anche lui di Napoli, dopo essere stato bloccato la notte scorsa in un bar di Riccione. 

Le indagini hanno permesso agli agenti della mobile fiorentina di raccogliere numerosi indizi come gli spostamenti dei due alla vigilia del colpo che non solo vennero inquadrati dalle telecamere a bordo della Fiat 500 con cui fecero ispezioni presso la banca ma hanno lasciato traccia anche di una cena prenotata a nome di Coppola in una trattoria di Incisa oltre al pernottamento in un bed and breakfast di Bologna. Dall'esame dei tabulati telefonici è emerso, invece, che a seguito di numerose telefonate intercorse tra i due, dopo la rapina non risultavano più contatti tra loro.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità