Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:00 METEO:FIRENZE18°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 02 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Boris Johnson si spaventa al saluto di Erdogan e gli sposta la mano

Cronaca venerdì 07 settembre 2018 ore 12:06

Rissa fra bande rivali a Sollicciano

Lo scontro è scoppiato fra una quarantina di detenuti nel campo sportivo del carcere. Cinque sono finiti in ospedale. Ferito anche un agente



FIRENZE — Una violenta rissa è scoppiata all'interno del carcere di Sollicciano ieri pomeriggio e il bilancio finale è stato pesante: cinque detenuti sono stati trasportati in ospedale per accertamenti mentre un agente di polizia penitenziaria ha riportato la lussazione di una spalla con una prognosi è di venti giorni.

A diffondere la notizia è stata la uil Pa Polizia Penitenziaria con una nota firmata dal segretario generale Angelo Urso. Stando alla sua ricostruzione, la rissa è scoppiata intorno alle 16 fra una quarantina di detenuti appartenenti a due fazioni contrapposte fra loro, da una parte magrebini e dall'altra albanesi. I carcerati si trovavano nel campo sportivo per l'impossibilità di effettuare un po' passeggio in altre zone del carcere a causa dei problemi strutturali del penitenziario.

"L’unico agente addetto alla loro sorveglianza, intervenuto per cercare di placare gli animi, alla fine ha riportato una lussazione alla spalla e 20 giorni di prognosi - spiega nella nota Uso - Grazie al successivo intervento altri agenti presenti in Istituto è stato possibile far defluire i contendenti nei loro reparti detentivi dove poi sono stati chiusi in cella senza ulteriori disordini".

"Oltre ai danni materiali e a ciò che è capitato all’agente si contano una serie di feriti tra i partecipanti alla rissa, 4 o 5 dei quali sono stati accompagnati d’urgenza in ospedale per gli accertamenti sanitari del caso - prosegue Urso nella nota - Ciò che lascia interdetti è il fatto che la fruizione del campo sportivo era una situazione di emergenza per surrogare all’impossibilità da parte dei detenuti di fruire dei passeggi per deficit strutturali. E questa emergenza è stata affidata alla sorveglianza di un solo agente".

"Il Ministero della Giustizia e il capo dipartimento dell'amministrazione penitenziaria diano corso rapidamente all’impegno di affrontare al più presto i problemi strutturali di Firenze - conclude Urso - Servono uomini e donne, mezzi, strumenti di lavoro e fondi per rimettere in sicurezza un sistema in grave difficoltà".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo, 58 anni, nella manovra è finito a terra ed è deceduto sul colpo. Vani i soccorsi. Il pedone, 15 anni, non ha riportato conseguenze di rilievo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca