Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Politica martedì 09 febbraio 2021 ore 18:25

Conte candidato a Siena? Rossi vota a favore, la Bonafè no

Giuseppe Conte ed Enrico Rossi
Giuseppe Conte ed Enrico Rossi

L'ex premier potrebbe candidarsi alle suppletive per la Camera. Rossi: "Sarebbe un bene per Siena e la Toscana". Bonafè: "No alle decisioni dall'alto"



FIRENZE — Da quando l'ex premier Giuseppe Conte si è dimesso, sul suo eventuale futuro politico sono circolate voci di ogni tipo: candidato a sindaco di Roma, ministro nel governo Draghi, commissario europeo al posto di Gentiloni. Ma sembra che l'avvocato sia intenzionato a seguire tutt'altro percorso: candidarsi alle elezioni suppletive per la Camera che saranno indette a breve a Siena per ricoprire il posto vacante lasciato da Pier Carlo Padoan (dimissionario dal Novembre 2020) con il sostegno di una coalizione analoga a quella che ha sostenuto il governo giallorosso.

L'ipotesi è stata accolta con estrema freddezza da Italia Viva e nel merito non si sono ancora espressi neppure Pd, M5S e Leu. Ma oggi è sceso in campo l'ex presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, anche lui indicato in odor di candidatura per le suppletive di Siena con il sostegno del Pd. E invece secondo Rossi il miglior candidato per le suppletive senesi è proprio Conte."Per quanto mi riguarda il presidente Conte è un punto di riferimento e di equilibrio per l’alleanza Pd LeU M5S - ha scritto Rossi in una nota - Quindi tutto quello che può mantenere e rafforzare questa alleanza, compresa la candidatura di Giuseppe Conte a Siena, è un bene per Siena, la Toscana e il centrosinistra italiano".  "Questa alleanza ora dovrà insieme sostenere con impegno e responsabilità il governo Draghi e poi, alle prossime elezioni politiche, dovrà presentarsi come l’alternativa democratica alle destre" ha concluso Rossi.

Assai meno entusiasta di una candidatura senese di Conte la segretaria toscana del Pd Simona Bonafè. 

“Apprendo solo dai giornali dell'ipotesi di una candidatura di Giuseppe Conte per le supplettive di Siena - ha scritto in una nota Bonafè - Nell'esprimere comunque il mio apprezzamento per la figura di Conte, verso il quale non ho niente di personale, tengo a precisare che le candidature nei seggi toscani devono essere espressione dei territori, decise dai territori o perlomeno insieme ad essi". 

"Il Pd toscano negli ultimi anni ha mostrato una grande capacità di tenuta e ricordo il buon successo nelle europee del 2019 come pure nelle elezioni regionali dello scorso settembre - ha scritto ancora Bonafè - Un Pd regionale così in salute merita senza dubbio la possibilità di incidere su una scelta in una delle città più rappresentative della regione. Le decisioni calate dall'alto non vanno mai bene, ma se addirittura avvengono ai danni di un partito che ha vinto tutte le ultime battaglie sono del tutto incomprensibili”.

Anche il sindaco di Firenze Dario Nardella tira il freno a mano. "Nessuno discute la qualità della candidatura di Conte ma in Toscana non possiamo avere sempre candidati calati dall'alto, seppur di prestigio - ha dichiarato Nardella - Questa è la regione dove il Pd, da anni, è il più forte d'Italia e il risultato delle ultime regionali lo conferma. Se va scelto un candidato, si lasci decidere alla Toscana e a Siena, ai dirigenti locali e agli iscritti".


Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Controlli per il rispetto delle norme anti-covid. Le volanti della polizia sono intervenute intorno alle 21 nel locale, multe per tutti
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità