Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE15°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 05 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Governo, Meloni: «Sui tempi dell'esecutivo chiedete al Colle, non a me»

Attualità venerdì 25 settembre 2020 ore 11:45

Scuola nella bufera, precari toscani in piazza

Due giorni di fuoco per le politiche scolastiche che non convincono studenti ed insegnanti, i docenti lamentano la gestione delle graduatorie



FIRENZE — Si è tenuta in piazza Santissima Annunziata a Firenze la protesta dei lavoratori della scuola e degli studenti sotto le insegne di Noi Scuola e Usb, al centro della protesta il motore umano della didattica: gli insegnanti. Oggi previsti flash mob e cortei in tutta Italia e domani, sabato, sarà la volta del movimento "Priorità alla scuola" con docenti, studenti e genitori in piazza a Roma.

A detta dei manifestanti si è prestata troppa attenzione alle ristrutturazioni, ai materiali scolastici come i nuovi banchi ed ai presidi sanitari dimenticando il ruolo degli insegnanti "Gli unici che avrebbero potuto garantire una riapertura in presenza senza intoppi".

Valerio Cai, responsabile dell'Associazione Noi Scuola ha spiegato "Ad Aprile sembrava che l'indirizzo fosse quello di attingere alle graduatorie provinciali per completare gli organici entro il primo Settembre, poi però la ministra Lucia Azzolina ha preferito la strada dei concorsi perché a suo dire avrebbe garantito maggiore qualità. Era ovvio che non sarebbe stato possibile organizzare i concorsi in tempo".  I concorsi annunciati per l'estate sono slittati "E non si terranno neppure ad ottobre e non perché sono pessimista di natura - ha sottolineato il professore Valerio Cai - ma perché con le normative anti Covid era chiaro che sarebbe stato difficile eppure tutti sono rimasti in silenzio ed hanno accettato le promesse del ministro"."Gli uffici scolastici hanno completato la frittata farcendo i moduli di errori così sono sballate tutte le graduatorie. Inizio peggiore non poteva esserci" ha concluso il rappresentante di noi Scuola.

Gli insegnanti presenti a Firenze, giunti da varie province toscane, hanno puntato il dito su più criticità tra le quali la mancata attribuzione dei punteggi conseguiti con i corsi di aggiornamento.

C'è chi lamenta di essere "in fondo alla graduatoria nonostante gli anni di servizio e le ore di insegnamento" e chi "se almeno ci avessero convocato avrei potuto alzare la mano e fare presente di avere le qualifiche per essere chiamata, invece così, con i moduli tutti sbagliati, sono rimasta indietro". 

C'è poi l'aspetto relativo agli organici scarsi che non consente di programmare le lezioni ad orario integrale "Ci sono scuole in cui si fanno 4 ore di lezione al giorno per mancanza di insegnanti è qualcosa di vergognoso" lamentano docenti che sono anche madri di studenti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lo scontro è avvenuto attorno all'ora di pranzo e ha coinvolto due automobili. Due uomini, una ragazza e due minorenni sono stati portati in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Attualità

Attualità