Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:FIRENZE19°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 02 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tamberi e Jacobs i piedi sulla sedia, l'emozionante discorso ai compagni

Cronaca martedì 31 dicembre 2019 ore 15:00

Stickers fuori controllo, pericolosi e violenti

Uno strumento delle chat in voga tra i giovani che però può nascondere molte insidie come immagini discriminatorie, antisemite, pedopornografiche



FIRENZE — Vanno per la maggiore già da qualche tempo, ma adesso la polizia postale mette sul chi va là i giovani e i giovanissimi che li utlizzano. Sono gli stickers, fenomeno in crescente diffusione, che consiste nella condivisione sulle piattaforme di messaggistica istantanea di adesivi digitali gratuiti, a contenuto offensivo, violento, discriminatorio, antisemita, nonché pedopornografico. 

Le piattaforme di messaggistica istantanea hanno offerto agli utenti la possibilità di utilizzare, accanto a emoji, pacchetti di stickers messi a disposizione dai sistemi di messaggistica istantanea che offrono la possibilità di crearne di personalizzati e modificati ricavandoli da fotografie reali, tramite diverse “applicazioni” gratuite, disponibili per IOS e Android. 

"Negli ultimi tempi - scrive la polizia postale -, questo tipo di servizio sta ricevendo il consenso degli utenti preadolescenti e adolescenti, i quali, tuttavia, spesso ne fanno un uso improprio, diffondendo adesivi digitali dai contenuti illeciti (pedopornografici, xenofobi, discriminatori, etc.) ed esponendosi a responsabilità penali relative alla diffusione e divulgazione di materiale pedopornografico". 

Attualmente sono stati rilevati 2 casi di stickers conclusisi con il coinvolgimento di circa 20 minori di cui 2 indagati per diffusione e detenzione di materiale pedopornografico.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Forte vento di libeccio e mare in condizioni critiche si sono rivelati fatali per un ragazzo che è morto nelle acque di Cala del Leone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

QUI ambiente

Cronaca

Attualità

Sport