Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:11 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 08 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Meloni alla Prima della Scala: «Sono incuriosita, è la mia prima volta»

Attualità martedì 04 febbraio 2020 ore 15:00

Strade e scuole, venti milioni ai piccoli comuni

Pacchetto di risorse regionali destinate a finanziare nuovi lavori da qui al 2022 nei comuni della Toscana con meno di cinquemila abitanti



FIRENZE — Venti milioni di euro fino al 2022 destinati ai piccoli Comuni della Toscana con meno di cinquemila abitanti per finanziare nuove opere e realizzare lavori nell'arco di tre anni. La misura, inserita nell'ultima legge di bilancio regionale, è stata illustrata dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e dall'assessore al bilancio Vittorio Bugli ai sindaci e agli amministratori potenziali beneficiari del provvedimento.

"La graduatoria è stata fatta tenendo conto anche di un criterio di disagio dei singoli comuni - ha detto il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi - si tratta di procedure veloci che stanno sotto soglia e costituiscono un contributo all'economia dei comuni che sono soprattutto di aree interne. Potranno essere sistemate scuole, centri sociali, edifici pubblici e a partire dall'anno prossimo anche le strade che già quest'anno avevamo sovvenzionato con un altro provvedimento particolare". 

Per il 2020 ci sono a disposizione 7 milioni di euro, sei nel 2021 ed altri sette nel 2020. Il sostegno per ogni singolo Comune oscilla, per il primo anno, da circa 47 mila a 70 mila euro. L'utilizzo da parte dei Comuni delle risorse messe a disposizione dalla Regione prevede un cronoprogramma con tempi certi per la messa in cantiere delle opere finanziate, come ha sottolineato il responsabile Anci per i piccoli comuni Sandro Cerri, presente all'incontro in Regione.

Il decreto con l'assegnazione delle risorse comune per comune sarà pubblicato entro il 9 aprile e nell'immediato sarà liquidata la metà del valore dell'opera. 

"Al Governo -ha poi aggiunto Rossi - chiediamo un piano industriale e che siano finanziati di più gli investimenti pubblici che possono essere la chiave di volta per il prossimo futuro". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno