Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE18°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il pezzo di un razzo spaziale cinese si schianta sulla città: gente terrorizzata in fuga
Il pezzo di un razzo spaziale cinese si schianta sulla città: gente terrorizzata in fuga

Lavoro sabato 18 dicembre 2021 ore 12:39

Svolta Gkn, ore decisive per i 422 operai toscani

L'advisor chiamato da Gkn è pronto a farsi carico personalmente del salvataggio dei 422 lavoratori oltre al sito produttivo di Campi Bisenzio



FIRENZE — Ancora pochi giorni per mettere nero su bianco il primo passaggio verso la trasformazione dello stabilimento Gkn di Campi Bisenzio, è la promessa dell'advisor Francesco Borgomeo.

Borgomeo chiamato da Gkn Driveline per risolvere la vertenza apertasi a Luglio scorso con l'annuncio a sorpresa del licenziamento collettivo, è pronto a chiudere con il fondo Melrose l'acquisizione dell'intero pacchetto, stabilimento e dipendenti.

La svolta. La firma sull'atto di cessione all'imprenditore Borgomeo potrebbe esserci prima di Natale, forse il 23 Dicembre.

La strategia. Traghettare la ex Gkn alla vendita facendo ricorso alla cassa integrazione per trasformazione.

L'advisor ha annunciato ad inizio Dicembre di avere ricevuto un paio di offerte valide per rilevare lo stabilimento e reindustrializzarlo. Gkn ha convocato al tavolo i sindacati e le istituzioni per chiudere il prima possibile mettendo sul piatto i licenziamenti per cessata attività, che non sono piaciuti soprattutto al Collettivo di Fabbrica che oramai si riconosce nell'insegna "Insorgiamo".

Adesso tutto ruota sullo stesso advisor che, dopo avere acquisito la Gkn di Campi Bisenzio, dovrà provvedere alla vendita al migliore offerente tra una impresa di macchinari farmaceutici ed un'altra di componenti per le energie alternative. Entrambi i settori sono apparsi di buone prospettive per una reindustrializzazione sul territorio toscano, già legato alla farmaceutica ed alle energie alternative.

La Fiom monitora la situazione ed il primo a stare in guardia è Daniele Calosi, il combattivo segretario provinciale di Firenze e Prato che attende la prima cessione ribadendo l'obiettivo della salvaguardia occupazionale. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno