Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:15 METEO:FIRENZE17°30°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 17 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Conte e la crisi elettorale dei Cinquestelle. Ma che c’entra il governo Draghi?

Attualità sabato 21 marzo 2020 ore 09:00

Covid, parte lo screening fra medici e infermieri

All'ospedale di Careggi iniziano i test seriologici sul personale sanitario per individuare i positivi senza sintomi e allontanarli dal servizio



FIRENZE — In Toscana prende il via la prima fase di test sierologici per il coronavirus Covid-19 su un campione di sanitari dell'ospedale di Careggi.

Ad annunciare la novità il presidente della Regione Enrico Rossi dopo che una piccola partita di test, circa 10mila pezzi, è stata donata all'Azienda ospedaliera universitaria di Careggi, in attesa che il Ministero della Salute validi tutti gli altri test e dia il via libera alla commercializzazione.

L'obiettivo dell'operazione di screening previsto per i sessantamila dipendenti delle strutture sanitarie pubbliche e private della Toscana è individuare in primo luogo  gli operatori positivi al coronavirus Covid-19 che non manifestano sintomi ma che possono comunque trasmettere il contagio in luoghi ad alto rischio come gli ospedali.

I primi test saranno utilizzati per effettuare una prima valutazione del dosaggio anticorpale tra medici, infermieri, Oss, tecnici ed altri. Quando arriveranno tutti gli altri kit, l'analisi sarà estesa a tutto il personale sanitario della regione.

“La valutazione tecnica delle specificità del test - prosegue Rossi - sarà effettuata dai laboratori autorizzati delle AOU di Siena, Firenze e Pisa. In ogni caso a breve arriveranno anche precise indicazioni da parte del Ministero della Salute sulle modalità d'uso di questo nuovo strumento di valutazione che, è bene ricordarlo, non sostituisce il tampone come strumento diagnostico”.

“Il tampone - ricorda il presidente - è ad oggi l'unico strumento sicuro per l'individuazione del virus, il test sierologico rileva un incontro già avvenuto con il virus e quindi si presta per altri usi. Lo screening della popolazione avverrà successivamente alla fase che riguarderà il personale sanitario e comunque in base ai risultati ottenuti”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno