Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 16° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
giovedì 25 aprile 2019

Cronaca giovedì 01 dicembre 2016 ore 10:27

Tir carichi di oppio tra l'Iran e la Toscana

Un'operazione della Dda ha stroncato un traffico internazionale di droga. Sono stati arrestati nove iraniani, tra Firenze, Arezzo, Pistoia e Bologna



FIRENZE — I tir carichi di oppio arrivavano direttamente dall'Iran in Italia passando per attraverso il confine marittimo di Trieste. L'oppio, sostanza che contiene elevati principi attivi riconducibili a sostanze alcaloidi quali la morfina, veniva commerciato all'interno di una sorta di "mercato chiuso", i cui venditori ed acquirenti erano quasi esclusivamente cittadini di nazionalità iraniana.

L'indagine coordinata dalla Dda della Procura della Repubblica di Roma, ha portato all'arresto di nove iraniani, nelle provincie di Roma, Firenze, Arezzo, Pistoia e Bologna, responsabili di traffico internazionale di stupefacenti.

Le indagini, partite nel febbraio 2014, hanno permesso di scoprire un sodalizio criminoso strutturato tra l'Iran e l'Italia dedito all'importazione sul territorio nazionale di oppio. 

L'attività investigativa ha permesso di risalire ad alcuni spacciatori attivi nel territorio toscano, fino a ricostruire l'intero tragitto della sostanza stupefacente che entrava in Italia attraverso il confine marittimo di Trieste, a mezzo di Tir, imbarcati dalla Turchia. 

Tra le persone destinatarie degli ordini di cattura, alcune erano già note alle Forze dell'Ordine per reati connessi agli stupefacenti, altre, erano persone perfettamente inserite nel contesto sociale in qualità di imprenditori dediti al commercio di abbigliamento.

L'esecuzione delle misure restrittive è stata effettuata con la collaborazione della Squadra Mobile di Firenze, della Squadra Mobile di Arezzo, della Polaria di Firenze e del Commissariato di Montecatini.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità