Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:00 METEO:FIRENZE5°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 09 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo: Morandi, Ranieri e Al Bano fanno cantare l'Ariston

Attualità lunedì 07 luglio 2014 ore 13:47

Sequestrati 3 etti di oppio, in manette un iraniano

Servizio di Tommaso Tafi

Si tratta del primo sequestro in provincia di Firenze di una sostanza usata spesso come base per l'eroina, ma che può essere fumata pura



FIRENZE — Un cittadino iraniano di 64 anni, incensurato, è stato arrestato domenica 6 luglio dalla squadra mobile di Firenze con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di 300 grammi di oppio.

Una sostanza tutt'altro che diffusa in città, tanto che secondo il questore Raffaele Micillo, sarebbe solo la piccola comunità iraniana di Firenze a farne uso nella sua forma pura, fumandola, piuttosto che utilizzandola, raffinata, per produrre la ben più nota eroina. 

L'uomo è stato notato domenica in via della Scala, da una delle pattuglie disseminate dal questore per le strade del centro in occasione della prima domenica in cui i musei sono rimasti aperti, gratuitamente, come disposto dal ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini.
Nel vano portaoggetti della vettura, gli agenti hanno trovato una panetta da 256 grammi, appena acquistati da uno spacciatore non identificato. In seguito alla perquisizione della sua abitazione, poi, la polizia ha rinvenuto altri 30 grammi d'oppio, una bilancia di precisione e una busta con circa 4000 euro in contanti. 
A informare gli agenti sul tipo di sostanza appena sequestrata è stato lo stesso cittadino iraniano.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno