Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:02 METEO:FIRENZE17°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 02 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Strage allo stadio di Malang (Indonesia): 182 morti dopo l'invasione di campo

Cronaca mercoledì 27 aprile 2022 ore 19:15

Volontario della Misericordia aggredito dai no vax

A 59 anni è rimasto vittima di un pestaggio da parte di tre persone che lo hanno aggredito perché indossava la divisa da volontario della Misericordia



FIRENZE — Drammatica aggressione a Firenze dove un volontario della Misericordia di 59 anni è rimasto vittima di un pestaggio da parte di tre persone. A raccontare l'accaduto è stato lo stesso volontario con un post su Facebook.

Il 59enne che presta servizio presso la Misericordia fiorentina di Badia a Ripoli ha raccontato sul social "Aggredito e per cosa? Schiavo del sistema, ma quale sistema" ed ancora "In tre contro uno provo solo tanta pena per delle menti e coscienze così povere e inutili". Nel post il volontario ha pubblicato l'immagine del volto, tumefatto e sanguinante dopo l'aggressione.

Il Coordinamento delle Misericordie dell'Area Fiorentina è intervenuto per voce del presidente, Andrea Ceccherini "Piena solidarietà e massima vicinanza a Dino della Misericordia di Badia a Ripoli aggredito dai no vax. Un episodio gravissimo che vogliamo condannare con forza". "L'aggressione non è un episodio isolato - ha sottolineato Ceccherini - qui c'è una aggravante inquietante prendere di mira una persona che si mette a disposizione della comunità in modo spontaneo e gratuito".

“Tutta la mia solidarietà e vicinanza al volontario della Misericordia, aggredito per strada da tre no vax. Ferma condanna per quanto accaduto” così l’assessore al diritto alla salute della Regione Toscana, Simone Bezzini. “E’ un atto gravissimo da condannare con forza. Un episodio di inciviltà non giustificabile. La violenza non appartiene alla nostra comunità, alla nostra regione, che si è sempre distinta per i suoi profondi valori di fratellanza e umanità, come hanno sempre ben rappresentato le nostre associazioni di volontariato a partire dalla Misericordia, a cui va tutta la mia piena solidarietà per quanto accaduto e apprezzamento per il lavoro svolto al servizio del prossimo. L’impegno del volontariato è stato ed è fondamentale anche nella lotta al Covid, lungo tutta la filiera sanitaria di contrasto al virus e nella campagna di vaccinazione, che resta lo strumento più forte a nostra disposizione per fronteggiare gli effetti della pandemia. I vaccini salvano la vita. Il mio appello è a vaccinarsi tutti e per chi può a fare subito la quarta dose”.

“Solidarietà e vicinanza a Dino per l’aggressione subita. Si tratta di un episodio grave da condannare con forza” ha detto l’assessore al Welfare del Comune di Firenze, Sara Funaro. “La violenza non appartiene alla nostra comunità e la condanniamo in qualunque forma si verifichi. Compiere gesti violenti ai danni di una persona che indossa una divisa con la quale svolge attività a favore delle persone più fragili e in difficoltà è un atto meschino” ha concluso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 78 anni disperso nei boschi dell'Amiata è stato ritrovato senza vita dai volontari che avevano attivato un piano di ricerche a tappeto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca