Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:40 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 24 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quirinale, la scheda chiusa in un sacchetto: ecco come votano i parlamentari che hanno il Covid

Attualità martedì 07 novembre 2017 ore 16:51

Morto sotto al bus, l'autista non voleva uccidere

Gli investigatori hanno escluso che il conducente volesse fare del male all'uomo che ha perso la vita lo scorso 2 novembre. Prima c'era stata una lite



BAGNO A RIPOLI — Resta indagato per omicidio stradale colposo l'autista del bus dell'Ataf che la sera dello scorso 2 novembre ha investito, uccidendolo, un uomo di 54 anni a Bagno a Ripoli. Gli investigatori in ogni caso non hanno riscontrato gli estremi del dolo: il conducente, in altre parole, non voleva uccidere l'uomo con cui poco prima, secondo la ricostruzione, aveva avuto una lite. 

Sulla base degli elementi acquisiti, la sera del 2 novembre l'uomo, che abita vicino alla fermata del bus, sarebbe sceso in strada e avrebbe iniziato a litigare con l'autista, accusandolo di aver fatto rumore lasciando inutilmente il motore accesso durante la sosta. L'autista del bus all'orario previsto avrebbe poi chiuso le porte e sarebbe ripartito. A quel punto, l'uomo, che continuava a protestare battendo le mani contro la carrozzeria, è stato travolto perdendo la vita sul colpo. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il giovane non aveva voluto vaccinarsi così come il genitore. Nuovo rapporto Iss: "I non vaccinati finiscono in terapia intensiva 40 volte di più"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità