Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:37 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 07 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, i tifosi del Marocco festeggiano il passaggio ai quarti

Attualità venerdì 21 agosto 2015 ore 14:54

Cantieri in ritardo, a Firenze il G7 è a rischio

I lavori alla Fiera e per costruire la nuova pista dell'aeroporto sono fermi. E il summit del 2017 potrebbe essere spostato a Milano o alla Maddalena



FIRENZE — Alla Fortezza da Basso è ancora tutto fermo: i lavori di ampliamento degli spazi fieristici che dovrebbero ospitare i grandi della terra nel 2017 sono paralizzati, mentre l'iter burocratico per potenziare l'aeroporto di Peretola, realizzando in particolare la nuova pista, al momento è in stallo in attesa delle integrazioni di Enac e Toscana Aeroporti al masterplan.
Risultato: Firenze potrebbe non essere pronta con queste due infrastrutture strategiche per il 2017 e di conseguenza il governo potrebbe decidere di trasferire il G7.

Dove? Due le ipotesi, come rivela oggi il Corriere Fiorentino. O a Milano, con Renzi pronto a offrire al sindaco Giuliano Pisapia di ospitare questo evento internazionale in modo da convincerlo a ripresentarsi alle prossime amministrative, nonostante abbia già espresso la sua intenzione di lasciare l'incarico. Oppure alla Maddalena, dove le strutture sono pronte dal 2009, quando doveva arrivare appunto il G8, spostato poi all'ultimo all'Aquila.

Secondo le stime di Palazzo Vecchio, se i lavori non fossero completati per tempo, la città perderebbe quasi 200 milioni di finanziamenti statali destinati proprio a queste due infrastrutture. 

Alla notizia di un possibile trasferimento del summit, il coordinatore cittadino di Forza Italia e vicepresidente del consiglio regionale, Marco Stella ha preso carta e penna e scritto una lettera indirizzata a Matteo Renzi, al presidente della Regione, Enrico Rossi e a Dario Nardella, sindaco della città. 

"Il 24 marzo 2014 - ha ricordato Stella al premier -, nella lettera di saluto ai fiorentini, Lei, presidente Renzi, dette l’annuncio scrivendo, tra le altre cose, che “la nostra città potrà utilizzare questo appuntamento per concludere le tante iniziative infrastrutturali che sono in fase di realizzazione. I giornali, però, scrivono da qualche giorno – e nessuno finora li ha smentiti – che il summit del 2017 non si svolgerà a Firenze, ma a Milano oppure all’Isola della Maddalena. Noi vorremmo che Lei, che da Presidente del Consiglio ha fatto l’annuncio e la promessa, smentisse queste voci e ci rassicurasse sull’evento in programma fra due anni, garantendo lo svolgimento nella nostra (e sua) città".

Poi l'appello a Rossi e Nardella. "In qualità di massimi rappresentanti della Regione Toscana e della Città di Firenze - ha scritto Stella -, chiedo di far sentire la loro voce autorevole a livello nazionale, perché le promesse del Governo nazionale vengano mantenute".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna è deceduta e due persone sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto sull'Autostrada A1, sul posto vigili del fuoco e 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Monitor Consiglio

Cronaca

Monitor Consiglio