Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:20 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 31 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, Donzelli (FdI): «La sinistra sta con lo Stato o con terroristi?». E in Aula scoppia il caos

Attualità martedì 04 ottobre 2016 ore 16:40

L'Arno in sicurezza entro il 2020

Quasi completata la prima delle quattro casse di espansione per contenere le ondate di piena. D'Angelis: "A breve i lavori in Valdisieve"



FIRENZE — Sono i lavori pensati dopo l'alluvione del 1966 per evitare il ripetersi di catastrofi di uguale portata. Ora, cinquant'anni dopo, ci siamo quasi. C'è voluto mezzo secolo ma adesso i tempi sembrano destinati a stringersi. 

Il primo passo è il completamento delle quattro casse di espansione e il rialzamento delle spallette della diga di Levane. "Sono opere che quotano intorno ai 120 milioni di euro di investimenti e permettono il contenimento di 45 milioni di metri cubi di acqua", ha detto il  capo della struttura di missione Italia sicura Erasmo D'Angelis che ha fatto il punto in occasione della presentazione degli eventi in occasione del cinquantesimo anniversario dell'alluvione di Firenze. 

"E' in progettazione una seconda tranche di opere sulla Valdisieve che permetterà di trattenere a monte altri 15 milioni di metri cubi di acqua", ha spiegato D'Angelis. "Questo sistema sarà completato entro il 2020 ma i primi passi sono già stati fatti: la prima cassa di espansione è praticamente completata". 

"Con questo sistema noi abbiamo la sicurezza di poter gestire un alluvione della portata di quella del 1966", ha concluso D'Angelis. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per soccorrere il 53enne era stato attivato anche l'elicottero Pegaso. Tutto inutile, per lui non c'è stato nulla da fare. Indagano i carabinieri
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Cronaca

Cronaca

Attualità