Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:41 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Attualità martedì 04 maggio 2021 ore 09:56

Lo strano caso dei leoni scomparsi dal parco

Due leoni di marmo sarebbero scomparsi da un parco cittadino senza farvi più ritorno. Dopo 35 anni il caso arriva in discussione in Consiglio comunale



FIRENZE — Dopo 35 anni lo strano caso dei leoni scomparsi da Villa Favard arriva in Consiglio comunale. Si tratta solo dell'ultima richiesta di informazioni in ordine cronologico relativa a manufatti che appaiono nelle vecchie foto di Firenze ma oggi non esistono più, o meglio, se ne sarebbero perse le tracce.

A sollevare il caso è stata la pagina del Gruppo Facebook "Amici del Parco di Villa Favard" che ha chiesto di attivare il nucleo dei Carabinieri specializzato nel recupero del patrimonio.

I consiglieri comunali Antonella Bundu e Dmitrij Palagi hanno depositato una interrogazione dopo avere raccolto la segnalazione dei cittadini. I consiglieri scrivono "L'ultima notizia dei leoni in marmo risalirebbe al 1987 dopo il passaggio di proprietà della Villa Favard al Comune di Firenze. E' probabile che siano stati oggetto di un restauro..." e ne chiedono l'attuale collocazione o altre informazioni in merito.

I residenti, a sostegno della loro segnalazione, hanno prodotto alcune immagini d'epoca oltre ad alcuni testi nei quali si fa riferimento alle statue.

Ecco la richiesta dei residenti della Via Aretina che frequentano il parco pubblico "Sulla facciata della Villa Favard di Rovezzano prospiciente la Via Aretina, oggi al numero 509, ai lati del portale monumentale di ingresso, erano stati collocati per disposizione della Baronessa Favard, committente dei lavori ottocenteschi alla villa così come noi oggi la vediamo, due grandiosi e bellissimi leoni marmorei monumentali, ricordati fino a pochi anni fa anche da molti residenti del quartiere e ripresi dai medesimi anche in foto, citati poi espressamente anche nel volume di Giampaolo Trotta, Varlungo e Rovezzano, due borghi e un fiume, edito nel 1989 dal Comune di Firenze - Circoscrizione Quattordici a pag. 108. I leoni marmorei sono presenti anche nelle foto di documentazione dell’Istituto assistenziale Casa Cares che operò nella villa dal 1962 al 1969. Secondo il Trotta nel suo volume del 1989 i due bellissimi leoni sono scomparsi senza lasciare traccia nel 1987, quindi quando l'edificio era di proprietà comunale da cinque anni, essendo avvenuto il passaggio di proprietà nel 1982. I due leoni monumentali però sembra che non siano stati mai cercati adeguatamente, anche se la scomparsa è avvenuta non molti anni fa. Si auspica pertanto che qualcuno avente titolo (la proprietà è comunale dal 1982) possa ancora attivare i Carabinieri specializzati per la ricerca e il recupero del patrimonio artistico sottratto indebitamente al fine di ritrovare chi detiene illegalmente le suddette opere d'arte, riportandole finalmente nel loro sito originario". 

Del caso è stata interessata anche la nota Pagina Facebook Vecchia Firenze Mia dove i frequentatori, collaboratori ed appassionati di foto d'archivio potrebbero fornire ulteriori elementi alla ricerca di documenti d'epoca sulle tracce dei leoni scomparsi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gravissimo incidente la notte scorsa, un ragazzo ha subito l'amputazione di entrambe le gambe. È ricoverato in prognosi riservata
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità