Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:29 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 06 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Nel bunker segreto dei droni: così gli ucraini li armano e li adattano per la guerra

Attualità lunedì 11 luglio 2016 ore 18:15

Sicurezza assente e il Vasariano chiude

La direzione degli Uffizi ha disposto la chiusura con effetto immediato dopo il sopralluogo dei vigili del fuoco seguito a un esposto in Prefettura



FIRENZE — La disposizione arrivata dalla direzione delle Gallerie degli Uffizi è chiara: chiusura "con effetto immediato" e niente gruppi in visita al Corridoio Vasariano che ospita 700 opere, 500 delle quali sono autoritratti.

La sospensione delle visite è legata a problemi relativi all'applicazione delle norme antincendio. La decisione, spiega una nota, è stata disposta dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco a seguito di un esposto sulle condizioni di sicurezza attuali dell’ambiente, presentato lo scorso aprile alla Prefettura, e al conseguente sopralluogo degli stessi Vigili del Fuoco.  "Il problema è legato alla lunghezza del Corridoio, circa 800 metri - ha confermato il comandante Roberto Lupica - e al fatto che le uscite sono solo due, una all'inizio e una fine. Soluzioni ci sono ma prima la direzione del museo deve decidere cosa fare del Vasariano. Così com'è non è fruibile neppure per visite saltuarie".

A rivendicare la presentazione dell'esposto è stato Learco Nencetti, sindacalista della sigla Confsal Unsa Beni culturali . "Ho deciso di farlo a tutela della sicurezza dello spazio e per denunciare il numero indiscriminato di accessi al Corridoio - spiega Nencetti - 7o 8 visite al giorno, ognuna con in media 15 partecipanti. Scrissi inoltre che il corridoio è privo di uscite antincendio nei tratti intermedi del percorso, e sprovvisto di una segnaletica di sicurezza chiara".

Non solo. A metterci sopra un carico ulteriore è arrivato anche il caldo che in questi giorni imperversa su Firenze e che ha ampiamente oltrepassato i limiti regolamentari per visitatori e custodi. Fatto, questo, che rende comunque inagibile l’ambiente e che per la direzione degli Uffizi "confermano la giustezza della scelta di rimuovere le opere pittoriche dal suo interno a causa delle condizioni climatiche non favorevoli per la loro conservazione".

Il piano di riorganizzazione del direttore Eike Schmidt, infatti, prevedeva già la chiusura per interventi di adeguamento del Corridoio Vasariano a partire da ottobre, con l'idea di spostare un nucleo di cinquanta autoritratti, a rotazione, in apposite sale ricavate al primo piano degli Uffizi: la restante gran parte sarebbe stata avviata ai depositi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dramma sui binari nel Fiorentino, dove una donna è morta dopo essere stata travolta da un convoglio. Circolazione ferroviaria bloccata per ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Cronaca

Monitor Consiglio

Cronaca