Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 02 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Caso Cospito, in Senato scoppia la bagarre per le parole di Balboni (FdI). Il Pd lascia l'aula per protesta

Attualità giovedì 15 ottobre 2015 ore 18:10

Gara del Tpl, Mobit non si arrende

Secondo il consorzio, l'esito della gara regionale a favore di Ratp non è scontato anche se la sua offerta economica ê più vantaggiosa



FIRENZE — Ieri sono state aperte le buste della gara indetta dalla Regione per affidare ad un unico gestore il servizio di collegamenti su autobus in tutta la Toscana per 11 anni. 

A fronte di una base d'asta di circa 4 miliardi di euro, l'offerta presentata dal gruppo francese Ratp è risultata più vantaggiosa di quella dell'unico altro concorrente, il consorzio toscano Mobit (ma di cui fanno parte anche le Ferrovie attraverso Busitalia (vedi articoli collegati qui sotto).

L'aggiudicazione definitiva avverrà solo dopo che la commissione di gara avrà effettuato le verifiche dei piani finanziari e industriali e del possesso dei requisiti previsti dal bando. E, alla luce di questi controlli, secondo Mobit, il risultato finale potrebbe non essere a favore del gruppo francese.

"Mobit ha il progetto migliore - si legge in un comunicato inviato da Alleanza delle Cooperative Toscana - ma il monopolista Ratp a avanti solo per il ribasso".

Questo il testo integrale del comunicato:

"In seduta pubblica i risultati ufficiali dell’offerta tecnica e l’entità dell’offerta economica relativi alla gara regionale per l’affidamento del trasporto pubblico.
L’offerta tecnica di Mobit, il consorzio che comprende le società di trasporto pubblico TIEMME, BusItalia (gruppo FS), la Cooperativa Cap, Copit e CTT Nord, è risultata migliore di quella di Autolinee Toscane (società pubblica francese, a dispetto del nome).
Ciò significa che, rispetto all’offerta francese, la proposta degli operatori toscani garantisce ai cittadini e ai lavoratori del settore un maggior numero di autobus nuovi, un livello occupazionale più elevato, un numero doppio di paline intelligenti per l’informazione in tempo reale, nonché il coinvolgimento dei piccoli operatori locali (azzerati nel progetto del concorrente).
Spiace constatare come, a fronte del progetto tecnico di Mobit, superiore in termini qualitativi e quantitativi, il concorrente francese potrebbe ricevere dalla Regione l’aggiudicazione della gara unicamente per l’effetto di un’esigua differenza del ribasso (soli 3 milioni di euro su un giro d’affari di circa 400 milioni all’anno) che sarà verosimilmente finanziato dai tagli al personale e dal peggioramento delle condizioni di lavoro.
Mobit ritiene che in sede di verifica che la Commissione di gara accerterà comunque l’insussistenza dei requisiti di partecipazione di Autolinee Toscane, che svolge appena un centesimo del servizio regionale, e che non può quindi eludere tale limite con il ricorso a quelli della sua capogruppo RATP, l’unico a beneficiare di vantaggi competitivi derivanti dal suo status di monopolista a Parigi.
È ancora aperta, quindi, la possibilità di una seria rivalutazione dell’offerta presentata.

Allesanza delle cooperative Toscana"


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna di 36 anni è stata arrestata a seguito di una lunga serie di furti e di indagini condotte da carabinieri, polizia, finanza e vigili urbani
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Monitor Consiglio

Attualità

Cronaca