Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE22°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 05 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Marmolada, due escursionisti vengono sfiorati dalla colata di ghiaccio

Attualità sabato 31 ottobre 2015 ore 10:59

Gli atenei vogliono fare i test anti droga

Sette università, guidate da quella di Firenze, hanno scritto al premier offrendosi di effettuare nei loro laboratori gli esami a chi guida drogato



FIRENZE — Ora che l'omicidio stradale è legge - manca solo la definitiva approvazione da parte del Senato - e che la guida in stato d'ebbrezza o sotto l'effetto di sostanze psicotrope è punito fino a 12 anni di reclusione, è importante che i test antidroga vengano eseguiti con la massima precisione.

E' questo il punto di partenza che ha portato le università di Firenze, Pavia, Verona, Roma, Napoli, Catania, Sassari a sottoscrivere un appello indirizzato al presidente del Consiglio chiedendogli di poter essere loro ad effettuare i drugtest nei loro laboratori. 

"I drugtest da anni non vengono di fatto eseguiti come si dovrebbe. Il sommerso sotto i numeri ufficiali è enorme. E' giunto il momento di agire - hanno scritto nella lettere gli Atenei -. Le sette Università italiane - viene spiegato in una nota - possono mettere a disposizione del Paese laboratori e strumenti sempre più precisi e all'avanguardia per identificare la presenza di sostanze sconosciute e di difficile identificazione che spesso sono la causa di incidenti".

Oggi - ha aggiunto la tossicologa forense Elisabetta Bertol - si possono superare le intrinseche difficoltà nell'eseguire controlli a tappeto su strada. Metodi di facile esecuzione su strada da poter poi confermare tempestivamente in laboratorio, con garanzie di scientificità, utili per la prevenzione di questi incidenti e nel contempo rispettosi anche dei diritti dei guidatori e validi in tribunale. Ci auguriamo che il Governo accolga quanto prima questa disponibilità delle università italiane e dimostri la sensibilità per un progetto che vuole cercare di salvare vite umane, grazie all'identificazione precoce delle nuove sostanze psicoattive. I fondi non mancano".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I sismografi dell'Isituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno registrato varie scosse in sequenza nelle prime ore del mattino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità