Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:14 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 31 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Simona Quadarella: «Non proprio come sognavo, ma volevo una medaglia. Il mio voto? Un bel 9»

Attualità domenica 11 giugno 2017 ore 18:56

Gli operai Aferpi incatenati per protesta

Foto Facebook Roberto Squarci

E' partito il presidio "Incatenarsi per non rassegarsi" in piazza Cappelletti a Piombino. Quattro operai si sono legati con delle catene



PIOMBINO — C'è preoccupazione tra i lavoratori e i cittadini di Piombino per le sorti degli operai Aferpi a pochi giorni dalla scadenza del periodo di sorveglianza del Governo sull'operato dell'azienda, inadempiente rispetto ai programmi sottoscritti con le istituzioni e i sindacati nel 2015.

E oggi è stato dato il via alla protesta in piazza dove quattro operai si sono incatenati alle inferriate del Rivellino per chiedere ancora una volta il rispetto degli accordi sottoscritti, la continuità produttiva, l'acciaio pulito, gli ammortizzatori sociali, l'accelerazione su bonifiche e infrastrutture, lo sviluppo di Piombino.

Il presidio di resistenza ''Incatenarsi per non rassegnarsi'' è stato organizzato dalla associazione Coordinamento Art.1-Camping CIG.

La nota dell'associazione spiega che c'è "l'estrema preoccupazione per la situazione di stallo creatasi a pochi giorni dalla scadenza del periodo di sorveglianza del Governo sull'operato dell'azienda Aferpi, largamente inadempiente rispetto ai programmi sottoscritti con le istituzioni e i sindacati nel 2015". 

Il presidio continuerà a tempo indeterminato e si svilupperà con iniziative di coinvolgimento della cittadinanza.

Lunedì 12 giugno alle 21 assemblea pubblica sul tema: “Piombino, conto alla rovescia!”. 

Il 13 alle 17.30 incontro dal titiolo “Bonifiche e diversificazione”. 

Il 14 incontro pubblico per il costituendo Coordinamento Nazionale dei lavoratori della siderurgia. 

Il 15 alle 21 Mezzacapo illustra la sua proposta di “piano B” per la siderurgia a Piombino. 

Venerdì 16 Annalisa Tonarelli, sociologa del lavoro, illustra la sua ricerca su “Piombino, il lento declino di una città industriale.” Sempre venerdì ma alle 21 “I sonatori della Boscaglia”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
E’ di Francesco Pantaleo, il ragazzo di Marsala scomparso a Pisa, il cadavere carbonizzato trovato sul ciglio di un fossato ad Orzignano nel Pisano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità