Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 07 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella a Sanremo, la standing ovation dell'Ariston poi canta l'«Inno» e si commuove alle parole di Benigni

Attualità giovedì 03 novembre 2022 ore 12:01

Addio all'uomo dell'olio, è morto Massimo Neri

Massimo Felice Neri
Massimo Felice Neri

Scomparso all'età di 71 anni, lascia un'impronta profonda nella storia dell'agricoltura di Grosseto e della Maremma. Il cordoglio della comunità



GROSSETO — E' stato l'uomo dell'olio, a Grosseto e in Maremma, e la sua impronta nella storia agricola del territorio è destinata a rimanere impressa. E' morto all'età di 71 anni Massimo Felice Neri, e ora la comunità agricola e non solo si stringe nel lutto in attesa del funerale che si terrà venerdì 5 Novembre alle 14,30 nella Chiesa di SS. Salvatore di Istia D’Ombrone.

“Un dirigente visionario che ha segnato la storia dell’agricoltura grossetana portando, ormai 40 anni fa, una cooperativa sociale in agonia, l’Olma di Montepescali, dal baratro della chiusura a diventare uno dei maggiori produttori di olio extravergine di qualità a livello nazionale. Amato da tutti coloro che hanno lavorato e collaborato con lui, Massimo lascia un vuoto incolmabile nella Coldiretti e nel cuore di tutti noi”, afferma il presidente di Coldiretti Toscana e delegato confederale di Grosseto Fabrizio Filippi.

“A nome della nostra associazione, che lui ha rappresentato per tutta la sua vita con spirito di servizio, orgoglio e capacità, le più sentite condoglianze alla moglie, ai figli e ai familiari consapevoli del momento di dolore e smarrimento che stanno vivendo e che condividiamo con loro. Oggi è un giorno triste per tutti coloro che lo conoscevano”, aggiunge.

Per Neri arriva anche il cordoglio da parte della vicepresidente della Regione con delega all'agricoltura Stefania Saccardi: “Esprimo le mie più sentite condoglianze per la scomparsa di Massimo Felice Neri, presidente della cooperativa sociale Olma e una delle anime della storia dell’agricoltura grossetana", afferma. E aggiunge: "Era l’uomo dell’olio per chi lo conosceva e lavorava con lui, proprio per la sua passione e per la sua competenza nel settore olivicolo e oleario. Con lui se ne va una delle colonne della Coldiretti della Maremma e non solo”.

Presidente della Cooperativa Sociale Ol.Ma dal 1981 e del Consorzio Agrario di Grosseto, Massimo Neri aveva iniziato giovanissimo la sua esperienza professionale come dipendente di Coldiretti Grosseto per poi passare alla Provincia di Grosseto. E’ stato Presidente della Federazione di Coldiretti Grosseto per due mandati tra il 2000 ed il 2008.

“Per me è stato un amico ed un maestro", ricorda poi ancora Filippi per Coldiretti. !Ha trasformato una cooperativa morente, considerata una cenerentola nella nostra regione - prosegue - nella maggiore cooperativa di produzione di olio certificato Igp che oggi esporta anche all’estero e che è una assoluta protagonista dell’agricoltura. E’ stato un grande dirigente. Mancherà a tutti noi”. 

Messaggi di cordoglio arrivano dal direttore regionale, Angelo Corsetti, dal direttore provinciale, Milena Sanna da tutti i Presidenti e Direttori delle Federazioni della Toscana, così come da tutti i dipendenti di Grosseto e non.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Originaria di Milano, in Toscana aveva svolto gran parte della sua carriera. Giallo sulla sua morte, gli investigatori non escludono alcuna ipotesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità