Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:12 METEO:FIRENZE19°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 28 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Biden fa la terza dose del vaccino Pfizer in diretta tv

Attualità mercoledì 04 gennaio 2017 ore 16:35

"I Cie sono un fallimento conclamato"

Il presidente della Regione Enrico Rossi, fa un appello al ministro Minniti: "Ci metta in condizioni di obbligare a lavori utili i migranti"



FIRENZE — Un appello accorato al ministro dell'Interno Marco Minniti arriva dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, dopo l'annuncio del Governo di voler aprire nuovi centri di identificazione ed espulsione, i Cie. Il governatore toscano non è d'accordo: "Il ministro ci metta in condizioni di obbligare a lavori utili le persone che arrivano nel nostro Paese: è avere poco rispetto tenerle a non far nulla per un anno e più", ha detto Rossi in diretta su RaiNews 24.

"Sull'accoglienza - spiega Rossi - un Protocollo interessante è stato siglato tra il ministero dell'Interno e l'Anci, peccato che le Regioni non siano chiamate in causa, è un errore, mi rivolgo sempre al ministro Minniti". 

Rossi ha poi ricordato che in Toscana è stata adottata da tempo l'accoglienza diffusa.  

"Rimango strabiliato - ha detto Rossi - di vedere 1400 persone a Cona tenute in una struttura militare a non far nulla dalla mattina alla sera, è evidente che questo è focolaio di tensioni. Sarebbe stato meglio - dice in polemica con il governatore del Veneto Luca Zaia - fare come noi in Toscana: invece che fare proclami contro le invasioni di stranieri, adoperarsi per una accoglienza diffusa". 

Rossi ha poi aggiunto: "In Toscana non c'è nessun Cie, da tempo è stato decretato che i Cie sono un vero fallimento sia dal punto di vista dei diritti umani, sia perché non funzionavano nemmeno per il versante dei rimpatri. La prima vera ragione per cui i Cie non funzionano è che le espulsioni non funzionano. Il punto vero è avere accordi per il rimpatrio con i paesi di origine. I Cie, inoltre - aggiunge Rossi - hanno ambienti promiscui con tipologie di immigrazione molto diverse: Amri era un delinquente ed ma nei Cie si può trovare anche un padre di famiglia, la materia è assai complessa e puntare sui Cie che non hanno funzionato è un errore". 

Rossi infine ricorda che dovrebbero finire nei Cie 435 mila persone a cui si aggiungono i 50 mila a cui sta per scadere il permesso temporaneo per essere ospitati. nel nostro Paese.

"E'' materia complessa che mi auguro che il Parlamento affronti. La Bossi-Fini è all''origine di questo mare di irregolarità a cui attinge la stessa criminalità e che si presta a sfruttamento", conclude.

ENRICO ROSSI SU ACCOGLIENZA MIGRANTI E QUESTIONE CIE - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si è suicidato in carcere l'uomo di 38 anni accusato di aver ucciso Chiara Ugolini, 27 anni, sua vicina di casa. Era stato bloccato a Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca