Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:25 METEO:FIRENZE21°35°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tokyo 2020, la grande festa azzurra alla cerimonia di apertura: il video di Aldo Montano

Attualità martedì 15 dicembre 2020 ore 09:55

Il Comune licenzia il sindaco, il Tribunale lo reintegra

Giacomo Termine
Giacomo Termine

Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo, fu licenziato dal Comune di Piombino per le numerose assenze con permesso amministrativo. Era in prova



LIVORNO — Licenziato dal Comune di Piombino per le troppe assenze legate alla sua attività di primo cittadino del Comune di Monterotondo Marittimo, giustificate con permessi amministrativi, e un anno dopo reintegrato dal tribunale di Livorno perchè il provvedimento è stato ritenuto illegittimo. 

Stiamo parlando del primo cittadino Giacomo Termine che ora potrà riprendere il periodo di prova negli uffici comunali piombinesi: i giudici livornesi hanno accolto il suo ricorso contro l'interruzione del rapporto di lavoro deliberata circa un anno fa dall'amministrazione comunale piombinese.

A renderlo noto è stato lo stesso Termine con un post su Facebook in cui riporta che il giudice ha accertato e dichiarato "l’illegittimità del recesso dal rapporto di lavoro comunicato dal Comune di Piombino in data 24.12.2019 e il conseguente diritto del ricorrente a proseguire il periodo di prova nei termini e nei tempi dell’art 20 CCNL"; il giudice ha quindi ordinato al Comune di Piombino di "riammettere in servizio Termine Giacomo per la prosecuzione del periodo di prova nei tempi e nei termini del CCNL".

"Una sentenza che in termini più generali, nel confermare i diritti e la legittimità dei permessi dei Sindaci (anche di quello di Piombino), difende i meccanismi di funzionamento del nostro Stato Democratico - ha scritto Termine - Nella categoria dei “permessi retribuiti” ci sono tante tipologie tutte finalizzati ai diritti sociali e di partecipazione: maternità e paternità, sindacati, matrimonio, studio, assistenza familiari, seggi elettorali, lutti, concorsi e esami, donazioni di sangue e, appunto, le cariche pubbliche elettive".

La legge vince sullo squadrismo politico del sindaco di Ferrari! Il Tribunale di Livorno accoglie il ricorso, non dovevo essere licenziato

Pubblicato da Giacomo Termine su Lunedì 14 dicembre 2020
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarebbe stata una fuga di gas a innescare una deflagrazione seguita da un incendio in un appartamento. L'anziano rimasto ustionato rischia la vita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS