Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:39 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 01 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Ragazzi, non guidate se avete bevuto e correte verso la felicità nel ricordo di Francesco»

Attualità giovedì 28 luglio 2016 ore 11:20

Il Consiglio regionale al fianco delle vittime

Approvata all'unanimità la relazione conclusiva della seconda commissione d'inchiesta sul Forteto. Più vicino il commissariamento della cooperativa



FIRENZE — Alla fine la votazione è stata unanime: il consiglio regionale ha sposato compatto la relazione finale elaborata dalla seconda commissione d'inchiesta istituita un anno fa per indagare sui presunti appoggi e le presunte implicazioni dell'istituzione regionale ai vertici del Forteto recentemente condannati per abusi anche nel processo di appello (vedi articoli collegati).

In una risoluzione allegata alla relazione e firmata da tutti i capigruppo di maggioranza e opposizione, il Consiglio ha espresso anche piena e incondizionata solidarietà a tutte le vittime del Forteto”,  “una ferma e risoluta condanna per i fatti di inaudita gravità che si sono consumati per tanti all'interno della comunità”  e “soddisfazione per la condanna confermata nella recente sentenza della Corte d’appello di Firenze.

Nella risoluzione, il Consiglio ha chiesto alla giunta una serie di interventi e in particolare di riferire il'esito dei monitoraggi prevista da un'intesa con il Tribunale dei minorenni di Firenze. Entro il 2016 la Giunta dovrà inoltre preparare una relazione alla commissione consiliare competente sullo stato dei servizi di affido in ogni zona sociosanitaria della Toscana e sul progetto ammesso ai contributi regionali per la riacquisizione di autonomia per minori e giovani in uscita dalla Comunità Il Forteto e vittime di abusi. In questo quadro saranno predisposti interventi finalizzati al reinserimento al lavoro e nella società.

Il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani dovrà sollecitare il Governo nazionale a reintrodurre nel codice penale il reato di plagio.

Sempre Giani dovrà inoltre “garantire un’adeguata richiesta di risarcimento del danno, derivante dal riconoscimento della Regione quale parte lesa”.  Questo denaro servirà a finanziare il progetto per l’autonomia delle giovani vittime ed alla costituzione di un osservatorio di esperti sul fenomeno delle sette.

Sul portale web del Consiglio regionale sarà creata una specifica sezione sul Forteto, con tutte le informazioni su quanto è successo, comprese le sentenze.

Dovrà infine essere assunta ogni iniziativa per evitare che le vittime di abusi lavorino al fianco degli abusatori o di chi sia legato ancora alla setta. Per i disabili ancora presenti nella Comunità, “si auspica una diversa sistemazione”.

“Anche in una vicenda come questa dobbiamo tutti fare uno sforzo per abbandonare il pregiudizio - ha commentato il capogruppo del Pd Leonardo Marras - Il pregiudizio, da parte nostra, di chi ci vedeva dietro un disegno politico e si sentiva messo sotto accusa alla stessa stregua degli imputati. Allo stesso modo, da parte delle opposizioni, il pregiudizio di pensare che ventiquattro consiglieri regionali fossero da sempre vittime di pressioni esterne, di poteri occulti”.

“Proviamo un profondo sentimento di vergogna per chi sapeva e non ha agito, per chi non sapeva ma aveva strumenti per sapere e non li ha usati, per inconsapevolezza o superficialità; il tutto per 40 anni - ha concluso il capogruppo - Il merito storico più importante è quello di avere fornito il coraggio di esprimersi, di aver favorito anche il pronunciamento della Giustizia. La politica, oltre a dare voce a chi non ce l’ha, deve proporre delle soluzioni. Non può fermarsi alla sola denuncia".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Al culmine di un diverbio è spuntata la lama, con uno dei due uomini colpito da fendenti al torace che l'hanno ridotto in fin di vita
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità