Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°29° 
Domani 20°30° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 21 agosto 2019

Attualità venerdì 19 settembre 2014 ore 14:17

Il maltempo investe la Toscana, danni e feriti

Le zone piu' colpite la Lucchesia, l'empolese e alcune aree del pisano e del pistoiese. Distrutti 200mila quintali di uva, vendemmia compromessa



TOSCANA — Piogge torrenziali e trombe d'aria hanno investito molte province toscane, provocando black out, allagamenti e danni ingenti, nei centri urbani e nelle zone agricole. Secondo una prima stima sarebbero caduti 35 mm di pioggia in 15 minuti

In tutti i Comuni della provincia di Firenze si sono verificati allagamenti e caduta di alberi. A Empoli, il maltempo non ha causato danni a strutture sanitarie ma una tromba d'aria  ha investito alcuni comuni, a partire da Fucecchio e Cerreto Guidi. E proprio quest'ultimo è il Comune piu' colpito con strade chiuse e numerosi edifici danneggiati. Il Comune sta valutando l'evacuazione di alcune abitazioni per inagibilità. E' stata attivata l'Unità di crisi con due punti medici avanzati, il furgone per le grandi emergenze, una tenda della protezione civile e un elicottero del 118. Sempre Cerreto, 5 persone sono rimaste ferite per il crollo di un muro interno alla scuola elementare di Lazzaretto. Scoperchiato anche il capannone dell'azienda Enny, così come sono crollati  alcuni pini lungo le strade del centro, anche all'altezza della Villa Medicea. Nella frazione di Stabbia la tromba d'aria ha provocato gravi danni alle coperture degli edifici mentre a Vinci si segnalano vetri rotti alle auto e lunghe code sulle strade per decine di alberi crollati. 

In provincia di Lucca, alberi abbattuti e allagamenti a Quiesa, nel comune di Massarosa, e a Viareggio, sia nelle strade che in una decina di abitazioni, con vari interventi dei vigili del fuoco  Chiuso per alcune ore il viale dei Tigli, così come la strada che da Massarosa porta a Massaciuccoli. Vari interventi anche nella zona industriale di Guamo, a Capannori, per allagamenti che hanno interessato il piano terra di diversi stabilimenti.

In provincia di Pisa, la Protezione civile segnala criticità a Vecchiano (alberi e rami caduti a Migliarino e Nodica), a San Giuliano Terme e a Colignola, Arena Metato, San Giuliano. Stanno intervenendo vigili del fuoco, operai forestali della Provincia, dipendenti comunali e ditte convenzionate per la rimozione e la messa in sicurezza.

In provincia di Pistoia, la grandine e la tromba d'aria hanno provocato allagamenti e caduta di alberi, embrici e vetri a Monsummano Terme, Lamporecchio, Larciano.

Gravissimi i danni registrati dalle aziende agricole. Secondo Confagricoltura Toscana oltre 200 mila quintali di uva andati persi per un danno superiore ai 20 milioni di euro.
“I danni causati dalla grandine e dalle forti piogge – ha spiegato in una nota Francesco Miari Fulcis, Presidente di Confagricoltura Toscana - sono stati registrati soprattutto nella zona del Montalbano ma più in generale per tutto l’Empolese Valdelsa, Vinci, Cerreto Guidi, Scandicci, Signa e Carmignano. Solo per i vigneti ci sono danni che possiamo calcolare superiori ai 200 mila quintali per la produzione di uva, un danno economico che possiamo stimare intorno ai 20 milioni di euro”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Cronaca