Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Diana, l'arbitro vittima di revenge porn: «Sui social i miei video privati, è un porcile, aiutatemi»

Politica lunedì 09 giugno 2014 ore 14:58

Il Pd e la sconfitta bruciante di Livorno

Servizio di Elisabetta Matini

Il segretario regionale toscano Parrini ha convocato i vertici livornesi del partito. E a Nogarin dice: ''Per governare non basta criticare il Pd''



FIRENZE — Il bilancio finale delle amministrative in Toscana avrebbe potuto rappresentare un record per il Pd (oggi il partito governa in 164 dei 204 Comuni chiamati al voto) se Filippo Nogarin e il Movimento 5 Stelle non avessero espugnato Livorno, la roccaforte rossa in mano alla sinistra da 70 anni. 

Analizzando le ragioni della sconfitta, Parrini ha ammesso che il partito democratico non è riuscito a interpretare l'esigenza di cambiamento dei livornesi. E in merito alle responsabilità del candidato a sindaco, Marco Ruggeri, consigliere regionale cuperliano, ha dichiarato: ''Tutto concorre a determinare una sconfitta, compreso il giudizio sull'amministrazione uscente (guidata per dieci anni da Alessandro Cosimi, ndr) ma è bene tener presente che proprio io ho sostenuto la candidatura di Ruggeri. Quindi non condivido neppure la tesi che a queste amministrative abbiano vinto solo i candidati del Pd con l'etichetta 'renziano'''. 

Parrini e la segreteria regionale del Pd si incontreranno entro la settimana con le segreterie comunale e provinciale di Livorno. ''E' necessario pensare a un ricambio della classe dirigente - ha detto Parrini - e cominciare subito a costruire l'opposizione a Nogarin per riconquistare Livorno fra cinque anni, come abbiamo già fatto a Bologna e a Prato''.

Un altro bel mal di pancia per il Partito democratico è rappresentato dall'altra sconfitta di questi ballottaggi, quella a Colle Val d'Elsa, dove la candidata del Pd Miriana Bucalossi è stata battuta da Paolo Canocchi, ex sindaco del Pc dal 1980 al 1992 e di nuovo in pista con il sostegno della lista civica trasversale Su per il Colle. ''In questo caso pero' - ha precisato il responsabile enti locali del Pd toscano Stefano Bruzzesi - ha pesato il giudizio negativo dei cittadini sull'amministrazione comunale uscente''.

Concludendo, facendo un bilancio fra ai comuni piu' grandi conquistati dal Pd in questa tornata elettorale (Prato, Pescia e Montale) e a quelli perduti (Livorno, Colle Val d’Elsa e Fiesole), il partito di Matteo Renzi chiude in pareggio.

Nella videogallery il servizio sul bilancio del Pd toscano sulle amministrative e la dichiarazione integrale in video di Dario Parrini, segretario regionale del Pd.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Dario Parrini su esito ballottaggi in Toscana - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Prefettura ha diramato la foto di Matteo Della Longa, 48 anni, di cui non si hanno più notizie dalla serata di lunedì
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Lavoro

Attualità