Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:30 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 07 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il miracolo dei due bambini estratti vivi dopo 17 ore dalle macerie a Idlib

Attualità sabato 01 ottobre 2016 ore 17:17

Il sindaco non invia più le bollette dei rifiuti

Pier Luigi Camilli

Protesta del primo cittadino di Pitigliano contro il caro bolletta rifiuti. "La Tari è insostenibile. Nel 2017 il Comune non invierà più le bollette"



PITIGLIANO — Pierluigi Camilli, sindaco di Pitigliano (Grosseto), eletto con una lista civica, anche se si definisce renziano, ha iniziato la sua personale battaglia contro l'Ato rifiuti Toscana Sud, il consorzio che si occupa della raccolta, trattamento e pulizia strade del suo Comune.

"La situazione è insostenibile - dice Camilli -. Quando era gestito da Sienambiente e Coseca, per Pitigliano il servizio costava 640 mila euro. Quest'anno il costo si aggira sui 900 mila euro e il prossimo anno saranno oltre 1 milione. Sono rifiuti, mica diamanti".

Camilli ha inviato una lettera all'Ato spiegando che nel 2017 non potrà garantire i soldi. "Non posso pignorare le pensioni. Io le bollette non le spedirò più - chiude Camilli -. Che sia l'Ato a chiedere direttamente i soldi".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Originaria di Milano, in Toscana aveva svolto gran parte della sua carriera. Giallo sulla sua morte, gli investigatori non escludono alcuna ipotesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca