Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:03 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 09 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Via d'uscita dalla pandemia è vicina, il Recovery è un'opportunità per le donne»

Attualità giovedì 31 dicembre 2020 ore 00:00

L'orribile 2020 ci lascia in zona rossa

Da oggi fino al 3 Gennaio scattano le restrizioni anti-Covid più severe. Niente festeggiamenti all'aperto. Coprifuoco da stasera alle 22 fino alle 7



FIRENZE — Dopo tre giorni di zona arancione, oggi scattano di nuovo in tutta Italia, e quindi anche in Toscana, quattro giorni di zona rossa, quella con le restrizioni più rigide per contenere l'epidemia di Covid. Unica differenza rispetto ai giorni 'rossi' vissuti fino ad oggi, il coprifuoco della prossima notte che, per scoraggiare il più possibile festeggiamenti all'aperto (vietati) e cenoni dell'utimo dell'anno, entrerà in vigore come sempre alle 22 ma durerà due ore in più, fino alle 7 di domani, primo Gennaio 2021.

La zona rossa continuerà fino a domenica 3 Gennaio compresa, poi ci sarà un altro giorno di zona arancione, il 4 Gennaio, e altri due di zona rossa, il 5 e il 6.

In attesa di conoscere che cosa succederà dopo (il sistema dei tre colori continuerà ad essere applicato ma potrebbe esserci qualche 'ritocco' governativo) vi ricordiamo le regole principali da osservare da oggi al 3 Gennaio.

BAR E RISTORANTI

In zona rossa i ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio, consentita senza limiti di orario, ma che deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti.

SPOSTAMENTI

E' sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione è sempre un motivo legittimo di spostamento.

Consentiti anche gli postamenti per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità, senza distinzione tra giorni e orari.

Quando si esce di casa occorre, in caso di controllo, certificare gli spostamenti riempiendo il modulo fornito dalle forze dell'ordine.

VISITE E PARENTI E AMICI

Nei giorni festivi e prefestivi (24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio) sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per fare visita a parenti o amici, anche verso altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione, tra le 5 e le 22 e nel limite massimo di due persone. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.

Chi vive nei Comuni con meno di 5.000 abitanti può fare una visita al giorno a parenti e amici che risiedono in altre regioni restando nei 30 chilometri dal confine comunale e purchè questi ultimi non abitino in un Comune capoluogo. A spostarsi possono essere sempre solo due persone eventualmente accompagnate da minori di 14 anni.

SECONDE CASE
Nel periodo compreso tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde sono sempre consentiti, dalle 5 alle 22, all’interno della propria Regione e sempre vietati verso le altre Regioni. È consentito lo spostamento verso la seconda casa, anche se intestata a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente.

TURISMO

Gli spostamenti per turismo verso un’altra Regione non sono consentiti fino al 6 gennaio 2021 compreso.

SANZIONI

In caso di violazione dei più stringenti divieti di spostamento previsti durante le prossime festività, si applica la consueta sanzione amministrativa da 400 a 1.000 euro, eventualmente aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo.

COMMERCIO

I centri commerciali sono chiusi nei giorni sia nei giorni festivi che in quelli prefestivi. Ecco i negozi che invece possono restare aperti, compreso giovedì 24 Dicembre, per gli ultimi acquisti e regali di Natale:

  • Negozi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)
  • Negozi di prodotti surgelati
  • Negozi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
  • Negozi di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
  • Distributori di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
  • Negozi di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
  • Negozi di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati
  • Negozi di articoli igienico-sanitari
  • Negozi di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio
  • Negozi di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati
  • Negozi di libri in esercizi specializzati
  • Negozi di giornali, riviste e periodici
  • Negozi di articoli di cartoleria e forniture per ufficio
  • Negozi di confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Negozi di biancheria personale
  • Negozi di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati
  • Concessionarie di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori
  • Negozi di giochi e giocattoli in esercizi specializzati
  • farmacie e parafarmacie
  • Negozi di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
  • Profumeria ed erboristerie
  • Negozi di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
  • Negozi di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati
  • Negozi di materiale per ottica e fotografia
  • Commercio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
  • Negozi di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
  • Negozi di articoli funerari e cimiteriali
  • Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati
  • Negozi di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono
  • Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici 181

SERVIZI ALLA PERSONA

  • Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
  • Attività delle lavanderie industriali
  • Altre lavanderie, tintorie
  • Servizi di pompe funebri e attività connesse
  • Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità