Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 06 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro la prima linea di Kherson, tra carri armati distrutti, morti e russi in fuga

Attualità giovedì 19 febbraio 2015 ore 17:08

Immigrati, Saccardi: "Serve lo stato d'emergenza"

Saccardi su immigrazione - Video

La vicepresidente della Regione è pronta a chiedere al governo poteri straordinari per facilitare l'accoglienza. Il 27 febbraio l'incontro coi sindaci



FIRENZE — Per far fronte alla nuova ondata migratoria la Toscana è pronta a chiedere al governo una sorta di stato d'emergenza in modo da semplificare le procedure per distribuire chi arriverà in toscana nelle varie strutture d'accoglienza. Un'idea di cui ha parlato per prima la vicepresidente della Regione Stefania Saccardi. "Se pensiamo di dover seguire le normali procedure d'appalto per ogni volta che dobbiamo mettere a dormire 10 persone - ha detto Saccardi - con i ritmi con cui arrivano ora le persone corriamo il rischio di lasciarli a dormire sui pullman anche noi".

Anche perché, ha detto Saccardi quest'ondata migratoria è molto diversa dalle precedenti. "Sono persone che con buona probabilità rimarranno sul territorio - ha spiegato la vicepresidente - Non scapperanno come e' successo nell'ondata precedente". Questo perché, secondo Saccardi, si tratta di una massa di indigenti, provenienti da zone dell'Africa che non hanno una tradizione migratoria. Non come i siriani arrivati la scorsa estate, che avevano comunità sparse per l'Europa e che quindi hanno solo fatto tappa in Italia per poi disperdersi nel Vecchio Continente. 

Da qui la necessità di mettere a punto un piano di accoglienza perfetto. "Magari - ha detto Saccardi - sfruttando alcuni immobili di proprietà delle Asl e ad oggi inutilizzati". Per fare il piano degli interventi la vicepresidente incontrerà i sindaci dei capoluoghi e i dirigenti delle aziende sanitarie il 27 febbraio prossimo.

Dure critiche all'idea della vicepresidente, però sono arrivate da Forza Italia, con il consigliere regionale Nicola Nascosti che ha invitato a rivedere l'intero modello di gestione del fenomeno migratorio. "Non è un problema di strutture di accoglienza o di protocolli d'intesa - ha detto Nascosti -. Il rischio sicurezza anche in Toscana è alto e non possiamo più permetterci di prendere altri immigrati a prescindere dall'analisi data dal Governo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La giovane soccorsa dal personale sanitario del 118 è stata trasferita con l'elicottero Pegaso all'ospedale delle Scotte di Siena, in codice rosso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Attualità