Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:23 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Cronaca lunedì 14 luglio 2014 ore 13:20

La Concordia rigalleggia e si allontana di 30 metri dal Giglio

Iniziate alle 6 le operazioni per la rimozione. La nave è stata alleggerita e staccata dalle piattaforme. Ripreso il traffico navale nel porto



''La Concordia si è staccata dalle piattaforme sia a poppa che a prora - ha spiegato il capo della protezione civile nazionale, Franco Gabrielli -  Lo scafo è diritto e galleggia in perfetto equilibrio''.

Presenti sul'isola del Giglio anche il ministro Gian Luca Galletti, la presidente dell'Osservatorio per il recupero Maria Sargentini, l'ingegner Franco Porcellacchia e l'Ad Michael Thamm di Costa Carnival.

''Portare via il relitto della Costa Concordia dall'isola del Giglio ci costerà circa un miliardo e mezzo di euro - ha spiegato Thamm - Finora abbiamo speso circa un miliardo di euro che non comprende il trasporto del relitto fino a Genova, lo smaltimento e il ripristino ambientale del sito del Giglio su cui è stato allestito il cantiere''.

La nave resterà a trenta metri dal Giglio fino al 21 luglio per prepararla al lungo viaggio verso il porto di demolizione di Genova (250 miglia marine, 5 giorni di percorrenza).

Il transatlantico e' lungo 290 metri, largo 35 e alto 70. Pesa 114.000 tonnellate. Dopo il naufragio, in cui morirono 32 persone, e' rimasto all'isola del Giglio per 900 giorni.

E proprio facendo riferimento a una fiaccolata in ricordo delle vittime che si è svolta ieri sull'isola, il ministro dell'ambiente Gian Luca Galletti ha fatto notare che alla commermorazione non ha presenziato alcun rappresentante della Regione Toscana

''Qualcuno poteva essere con noi a ricordarle - ha detto il ministro - Noi c'eravamo. Non è una critica'.

Immediata la replica del presidente della Regione Enrico Rossi.

''Mi permetto di consigliare al ministro un po' di cautela nelle sue dichiarazioni - ha dichiarato il governatore - E se proprio deve farle, lasci stare le vittime della Concordia. Noi della Regione continueremo ad esserci anche quando il ministro Galletti, spenti i riflettori che lo illuminano, se ne ritornerà a Roma''.

''Costa non è tutta questa eroica società perchè ha combinato un disastro in cui sono morte 32 persone - ha detto ancora Rossi che, nei mesi scorsi, ha lottato a lungo affinchè il relitto venisse smaltito nel porto toscano di Piombino - Fa specie che tutto si trasformi in spettacolo e business. E' giunto il momento che l'isola sia finalmente libera. Noi ci siamo costituiti parte civile contro Costa e siamo disponibili a fare investimenti sul Giglio''. 

Guarda qui sotto l'intervista in video del governatore Enrico Rossi



Enrico Rossi - dichiarazione
Video rigalleggiamento Costa Concordia
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stava passeggiando quando il pezzo di intonaco l'ha travolta. La donna si trova in gravi condizioni ricoverata all'ospedale di Livorno
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità