Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:00 METEO:FIRENZE5°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 09 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo: Morandi, Ranieri e Al Bano fanno cantare l'Ariston

Attualità martedì 13 ottobre 2015 ore 15:25

La giornata del cane guida

Venerdì 16 ottobre si celebrano i cani guida per ciechi. Per l'iniziativa dimostrazioni in piazza della Repubblica e incontri nelle scuole



FIRENZE — Per un cieco, il cane è molto più del miglior amico dell’uomo: sono gli occhi di chi non li possiede un alleato contro le barriere e gli ostacoli della vita di un non vedente. E a Firenze l’Unione italiana ciechi e ipovedenti della Toscana, insieme alla Scuola cani guida per ciechi di Scandicci, organizza la decima Giornata nazionale del cane guida. 

Una giornata di incontri e dimostrazioni per far conoscere ai cittadini l'importanza che un cane guida ha per chi non vede, le leggi che dovrebbero tutelare l'uso del cane guida e le opportunità di movimento che questi cani consentono alle persone con disabilità visiva. 

E venerdì mattina alla scuola media Dino Compagni e dell'istituto superiore Elsa Morante ci sarà un incontro per sensibilizzare i ragazzi.

Sempre venerdì dalle 16 alle 18 ci sarà una dimostrazione in piazza della Repubblica dove si daranno appuntamento gli addestratori della scuola per cani guida di Scandicci i non vedenti con i loro cani e le famiglie affidatarie dei cuccioli per avvicinare la cittadinanza ai bisogni e alle necessità dei meno fortunati.

Alla presentazione della gionata Antonio Quatraro, presidente Uic Toscana, Niccolò Zeppi, presidente Uic Firenze, Paola Garvin, direttrice della Scuola cani guida, Massimo Diodati, vicepresidente Uic, e i consiglieri delegati Elena Ferroni e Massimo Vito. E poi, ovviamente, non potranno mancare loro: i cani-guida. 

La scuola di Scandicci è nata nel 1929 quando l'Unione Italiana Ciechi di Firenze decise di creare un centro dove allevare e addestrare cani che sarebbero poi diventati guide per persone che avevano perso la vista.

La proprietà del complesso e della Scuola passò alla Regione nel 1979. In tutti questi anni da questa realtà, praticamente unica in Italia, sono usciti i cani che hanno cambiato la vita, le abitudini, il modo di muoversi e anche di pensare di altrettante persone non vedenti.

Le attività principale della scuola sono l'allevamento e l'addestramento di cani per non vedenti. La scuola ha un proprio allevamento. I cuccioli vengono dati in affidamento alle famiglie che ne fanno richiesta, per un anno.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

ANTONIO QUATRARO SU GIORNATA NAZIONALE DEL CANE GUIDA - video
MASSIMO DIODATI SU GIORNATA NAZIONALE DEL CANE GUIDA - video
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno