Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:FIRENZE21°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 09 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Olivia Newton John: la trasformazione nel finale di «Grease»

Attualità mercoledì 02 marzo 2022 ore 19:20

Ucraina, dichiarato lo stato di mobilitazione regionale

Una manifestazione per la pace in Ucraina

Il provvedimento è stato firmato dal governatore Giani per poter procedere con gli interventi di accoglienza e aiuto ai profughi in arrivo



FIRENZE — Per ora sono donne e bambini, arrivano alla spicciolata appoggiandosi a familiari o amici che già vivono in Toscana. Gli uomini invece, anche quando accompagnano la famiglia, poi ripartono per tornare a difendere terra e libertà. Ma presto in profughi ucraini saranno centinaia e per organizzare e coordinare gli interventi il governatore Eugenio Giani ha dichiarato lo stato di emergenza regionale. 

Il punto della situazione è stato fatto nel corso una unità di crisi a cui hanno preso parte anche l’assessora alla protezione civile, Monia Monni, il direttore della Protezione civile regionale, Giovanni Massini, Matteo Biffoni, presidente dell’Anci. Collegati in videoconferenza prefetti e i rappresentanti di Comuni e Province.

“Stiamo facendo azione di coordinamento - spiega il presidente -  l’arrivo di cittadini ucraini al momento è molto spontaneo, il livello dell’intervento pubblico è stato estremamente limitato. Ma ci stiamo preparando. Questa mattina, nella riunione con i presidenti delle Regioni, quelli che sono sulla linea di confine hanno segnalato che gli arrivi sono sempre più numerosi”. 

Durante la riunione dell’unità di crisi il presidente ha firmato lo stato di mobilitazione regionale, necessario per consentire alla giunta regionale di assumere provvedimenti per provvedere all’accoglienza e all’aiuto. 

L’attività della Toscana dovrà sottostare alle norme nazionali: c’è il decreto legge che è stato approvato ieri e che fissa lo stato di emergenza fino al 31 dicembre 2022 e un altro decreto del premier Draghi di cui si attende a ore l’emanazione. L’aiuto verso chi arriva e il sostegno verso i campi profughi “avverrà dopo che avremo l’ordinanza del capo dipartimento di protezione civile” ha spiegato Giani.

“La Toscana ha messo a disposizione gli alberghi sanitari, per una funzione che offre anche assistenza sanitaria: verifica della vaccinazione contro il Covid, almeno 5 giorni quarantena, provvedere ai vaccini e quindi alla collocazione di chi è ospitato. C’è poi l’aspetto dell’educazione alla lingua, il possibile inserimento per lavori stagionali” ha sottolinea to Giani. 

L’accoglienza, in sintesi, vedrà il coordinamento tra gli alberghi sanitari, sotto la Regione, e i Cas, i centri di accoglienza che hanno come riferimento le prefetture.

C'è poi il capitolo dell’assistenza alla popolazione ucraina. 

“Ci concentreremo verso i campi profughi della Romania e della Polonia, e contemporaneamente verso il centro di smistamento di Leopoli, dove si sono trasferite sia l’ambasciata italiana che quella francese” ha detto il governatore. 

Il presidente ha preannnunciato anche l'apertura di un conto corrente della Regione Toscana per raccogliere fondi per l'Ucraina con un meccanismo trasparente di spesa. 

"Contemporaneamente stiamo facendo il servizio di supporto a chi vuole raccogliere beni, vestiario, medicinali e altro che spontaneamente la popolazione ha raccolto: c’è già stato un tir dell’associazione I colori della pace che da Massa è arrivato stanotte in campi profughi in Polonia - ha concluso Giani - Organizzeremo sempre di più questo livello di coordinamento, non tanto per la raccolta, che il volontariato, la Chiesa, le istituzioni culturali stanno già facendo, quanto per aiutare la spedizione di questi aiuti, attraverso il nostro servizio di Protezione civile”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una vettura contromano sulla Firenze Pisa Livorno si è scontrata con altre due automobili. Cinque persone sono rimaste ferite nell'incidente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca