Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:13 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 06 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Il castello di Gaziantep distrutto dal terremoto in Turchia: resta un cumulo di macerie

Attualità lunedì 17 ottobre 2022 ore 18:30

Eni, allo studio una nuova bioraffineria

Il tema è stato al centro di un incontro con il presidente della Regione Eugenio Giani e i sindaci di Livorno e Collesalvetti



LIVORNO — All'interno del sito industriale Eni entro il 2025 potrebbe sorgere una nuova bioraffineria, la cui realizzazione è allo studio. A confermarlo, per mezzo di un comunicato, è la stessa società che oggi ha incontrato il presidente della Regione Eugenio Giani e i sindaci di Livorno e Collesalvetti.

"Lo studio di fattibilità - spiega una nota di Eni- prevede la costruzione di tre nuovi impianti per la produzione di biocarburanti idrogenati: un’unità di pretrattamento delle cariche biogeniche, un impianto Ecofining da 500mila tonnellate/anno e un impianto per la produzione di idrogeno da gas metano. La realizzazione della nuova bioraffineria all’interno dell’area industriale, che oggi ospita gli impianti per la produzione di carburanti e lubrificanti, consentirebbe di massimizzare le sinergie con le infrastrutture già disponibili e di assicurare un futuro produttivo e occupazionale al sito".

Eni prevede di ultimare la progettazione dei tre nuovi impianti entro il 2023 e la realizzazione potrebbe avvenire entro il 2025.  "La coesistenza di impianti bio e tradizionali  sottolinea Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni - è stata proficuamente testata con la recente produzione a Livorno di Eni Biojet, il primo Saf (Sustainable Aviation Fuel), esclusivamente da materie prime di scarto, grassi animali e oli vegetali esausti grazie alla sinergia con la bioraffineria Eni di Gela. Il nostro obiettivo è aumentare la disponibilità di prodotti decarbonizzati e sostenibili ai nostri clienti e di traguardare i target di riduzione delle emissioni scope 3”.

Il cammino intrapreso ha riscosso il plauso del presidente Giani che ha espresso "Grande apprezzamento per la decisione di Eni di studiare la riconversione della raffineria di Livorno in una bioraffineria improntata ad una transizione energetica sostenibile sia in termini ambientali che di mercato di sbocco" ed è stata ben accolta anche dai sindaci. Il primo cittadino di Livorno Luca Salvetti ha sottolineato come "Gli sforzi di tutte le parti abbiano portato all'individuazione di un percorso virtuoso" che, ha aggiunto "Coniuga obiettivi industriali, compatibilità ambientale e stabilità occupazionale". Gli fa eco il sindaco di Collesalvetti Adelio Antolini, per il quale "Questo studio è già un risultato e un impegno per lo sviluppo futuro con un investimento di Eni ad alto livello di innovazione tecnica" oltre che "Un bel lavoro di squadra di Eni e Regione Toscana con i Comuni di Livorno e Collesalvetti”.

Il piano di trasformazione, sottolinea Eni, passerà attraverso un percorso di confronto che coinvolgerà istituzioni e sindacati.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il violento impatto ha coinvolto un'auto e un furgoncino. Due tra i feriti sono in condizioni più serie. Altri incidenti a Sinalunga e a Lucca
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca