Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:53 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Cronaca martedì 15 gennaio 2019 ore 11:08

Sequestro record di droga, 830 chili nel garage

Quantitativo record trovato e sequestrato dalla Polizia di Livorno. Arrestato un albanese di 35 anni. L'indagine partita da una segnalazione su YouPol



LIVORNO — 830 chilogrammi di sostanza stupefacente, di cui 564 chili di infiorescenze di marijuana, contenute in 23 voluminosi involucri avvolti da cellophane e nastro adesivo e 266 chili di hashish, suddivisi in panetti già confezionati da 100 grammi. 

E' quanto la Polizia ha trovato in un garage nella disponibilità di un albanese di 35 anni, che è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio.

L'indagine è partita da una segnalazione arrivata in maniera anonima sulla app YouPol che segnalava la detenzione di un'arma nascosta all'interno di un'auto, in zona Montebello a Livorno, di proprietà di un cittadino straniero.

Dagli accertamenti è stato individuato il 35enne albanese, bloccato proprio mentre con l'auto stava entrando in un garage.

La perquisizione ha consentito di rinvenire e sequestrare una pistola semiautomatica Beretta, risultata poi una pistola giocattolo, priva di tappo rosso con il munizionamento costituito da cartucce “a salve”, ma soprattutto, una volta che è stata estesa al garage, ha permesso di rinvenire l'ingente quantitativo di droga:

"La perquisizione veniva eseguita anche all’interno del garage in uso al soggetto, ove con grande sorpresa, gli operatori trovavano numerosi e voluminosi involucri avvolti con cellophane trasparente, nonché svariati sacchetti termosaldati con all’interno panetti marroni di forma rettangolare.", hanno raccontato dalla Questura. 

"L’odore acre all’interno del garage non lasciava dubbi sul contenuto degli involucri: sostanza stupefacente".

L'uomo è stato arrestato e il GIP, dopo aver convalidato l’arresto, ha emesso la misura cautelare personale della custodia in carcere.

Il cittadino albanese non aveva precedenti di Polizia e svolgeva da diversi anni attività lavorativa come operaio presso una ditta livornese di manutenzione di impianti. Le indagini non hanno condotto all’individuazione di ulteriori complici. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS