Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 5° 
Domani -0°5° 
Un anno fa? Clicca qui
lunedì 20 gennaio 2020

Attualità venerdì 23 ottobre 2015 ore 13:37

Ha i genitori divorziati, niente catechismo

A decidere di non ammettere la bambina al corso di preparazione per la prima comunione è stato il parroco di Lammari don Giovanni Romani



CAPANNORI — Fino a quando i genitori sono sposati, i figli possono ricevere i sacramenti. Se si separano, no. Succede a Lammari dove la terza figlia di una coppia separata non è stata ammessa al corso di catechismo per la prima comunione proprio perchì il padre e la madre si sono lasciati.  Negli anni scorsi invece non c'era stato alcun problema per i due fratelli maggiori che hanno fatto la prima comunione quando i genitori stavano ancora insieme.

"Tutto questo è assurdo - ha detto la madre della bambina a Il Tirreno - sono divorziata, ma si tratta di una scelta personale di cui non devo rendere conto alla parrocchia e di cui ovviamente non deve fare le spese la mia bambina. Possibile che ci sia questa disparità di trattamento? Non è giusto".

La giovane, che convive con il suo nuovo compagno e lavora in una cooperativa onlus è una cattolica praticante. Il quotidiano ha anche contattato Don Giovanni Romani, parroco di Lammari, per raccogliere la sua versione dei fatti.

Il prete sostiene di aver chiesto alla madre "tempo per riflettere" sulla richiesta della donna.



Tag

Conferenza Berlino, Conte cerca posto in prima fila ma non lo trova

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Cronaca

Attualità

Cronaca