Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 17°25° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
sabato 24 agosto 2019

Attualità domenica 21 settembre 2014 ore 22:34

Maltempo, continua il censimento dei danni

Controlli in corso sulla stabilità degli edifici nelle zone piu' colpite dai nubifragi del 19 settembre. Scuole ancora chiuse a Stabbia e Capraia



TOSCANA — Sempre a Stabbia, frazione del Comune di Cerreto Guidi, è stato attivato dal Comune un centro operativo che in due giorni ha raccolto 700 richieste di intervento su stabilil pubblici  e privati. Le verifiche saranno effettuate da venti ingegneri del Genio Civile. Resta chiusa anche la scuola elementare di Capraia, frazione di Firenze. 

''A Stabbia ho trovato una situazione molto piu' seria di quella che si poteva percepire da giornali e tv - ha dichiarato il presidente della Regione Enrico Rossi - Terreni dilavati, alberi e coltivazioni divelte, case scoperchiate, pezzi di capannoni sparsi in giro. E' un quadro che richiede massimo impegno e attenzione, qui come in altre zone della Toscana colpite dal maltempo". 

Rossi ha confermato la dichiarazione dello stato di emergenza regionale.

''Le domande per richiedere i contributi andranno presentate ai Comuni - ha spiegato il governatore - Invito cittadini e imprese a descrivere i danni subiti e a fare foto. Raccoglieremo tutte le indicazioni e invieremo l'elenco a Roma, per ottenere la dichiarazione di stato di emergenza nazionale, con richiesta di contributi''. 

''Su questa partita - ha proseguito Rossi - sono il Parlamento e il Governo che devono intervenire ma noi ci faremo sentire e confidiamo in una risposta positiva. Certo una zona industriale cosi' importante rischia di essere messa in situazione enorme di criticita' se non si interviene adeguatamente". 

Il presidente della Regione ha parlato anche con il ministro alle politiche agricole Maurizio Martina "dei gravissimi danni patiti da molte aziende agricole''. 

''Spetta alle Unioni dei Comuni il compito di raccogliere le richieste di rimborsi che poi trasmetteremo a Roma - ha concluso Rossi - Quanto al dilazionare i pagamenti delle tasse bisogna essere chiarissimi: questo provvedimento puo' deciderlo solo il Governo e anche per le tasse locali, la materia fiscale e' di competenza statale".

Nel frattempo Publiambiente sta procedendo alla bagnatura e alla rimozione dei tetti di eternit scoperchiati da trombe d'aria e grandinate. I lavori vengono effettuati da ditte specializzate individuate attraverso la procedura delle somme urgenze.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità