Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 9° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
martedì 28 gennaio 2020

Cronaca sabato 20 luglio 2019 ore 13:51

Furbetti del cartellino, chiesto rinvio a giudizio

Le videocamere installate dai carabinieri hanno permesso di registrare l'entrata e l'uscita dagli uffici pubblici della Provincia e del Genio civile



MASSA CARRARA — La procura di Massa Carrara, nell'ambito dell'inchiesta sui cosiddetti furbetti del cartellino alla Provincia e al Genio civile, ha chiesto il rinvio a giudizio per 49 dipendenti. Ad anticipare la notizia è stata La Nazione ricordando che nel settembre 2018 la stessa inchiesta ha riguardato una trentina di dipendenti pubblici, ma c'erano altri indagati. 

La procura contesta reati che vanno dalla truffa ai danni dello Stato, al peculato alle false attestazioni. I carabinieri, grazie alle telecamere nascoste, hanno ripreso gli indagati durante l'orario di lavoro e dai filmati sono risaliti alla mancata timbratura del cartellino all'uscita per recarsi a fare shopping, dal parrucchiere ed in palestra. Tre dipendenti avevano un secondo lavoro, svolto una volta usciti dalla Provincia o dal Genio civile.



Tag

Meloni: "Fratelli d'Italia vero vincitore delle elezioni"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Imprese & Professioni

Cronaca

Attualità